BLOG
  • Cazzeggiando
  • Sexy peperoncino 🌶
    Curiosità
    Peter pepper. A forma di pene.
    Si chiama Peter pepper e anche Penis pepper per la sua curiosa forma di pene. Appartiene al genere Capsicum annuum e probabilmente è frutto di un incrocio. Il primo a farlo conoscere è stato James Fontenot professore alla Louisiana State University in Baton Rouge, ma non c’è mai stata una classificazione ufficiale. I frutti hanno un colore giallo o rosso e quasi mai vengono mangiati, anche perché sono amari, molti li ritengono assolutamente non commestibili. Se ne fa un uso per lo più ornamentale. Esibiti quasi sempre come curiosità. Piccantezza medio-bassa, 5.000-30.000 SHU.
  • Driver
    Le chicche nelle tournée
    - Mistress, Lei guida?
    - No. Affitto i cammelli 🐫 😜
  • 😉😂😘
  • Cazzeggiando
  • Finge la propria morte in modo che sua moglie smetta di chiedergli soldi
    Cazzeggiando
    Danny Gonzalez, un uomo dell’Honduras di 27 anni che lavora negli Stati Uniti, ha recentemente tentato di fingere la propria morte nel tentativo di fare smettere sua moglie di chiedergli continuamente soldi.
    Gonzales ha spiegato ai giornalisti che da quando si sono sposati, due anni fa, sua moglie lo chiamava ogni settimana per lamentarsi del fatto che lui le aveva mandato secondo lei troppi pochi soldi e che doveva mandarle molto di più. A un certo punto, l’uomo non ne poteva più, così ha escogitato un piano disperato per farla smettere. L’uomo ha deciso di ingannare la moglie facendole credere di essere morto e, a questo scopo, le ha mandato alcune foto di sé steso su un letto con batuffoli di cotone nelle narici e nella bocca e coperto da un lenzuolo bianco. Il messaggio che accompagnava le foto diceva alla moglie che Danny era morto per una combinazione di cancro e asma.

    Ciò che Gonzales non immaginava era che sua moglie portasse le foto ad una stazione televisiva locale in Honduras, che le ha poi mostrate in televisione. Tutti i suoi parenti hanno così avuto notizia della sua morte, ma mentre alcuni, tra cui sua madre, erano devastati dalla notizia, altri hanno guardago più da vicino le foto e hanno iniziato ad avere qualche dubbio.

    Le foto sono anche sono diventate virali sui social media e più persone hanno espresso il sospetto che Gonzales avesse finto la sua morte, e così i media locali hanno deciso di indagare e non ci è voluto molto per scoprire che il 27enne era effettivamente vivo e vegeto. Gonzales ha immediatamente ammesso di aver messo in scena la propria morte, dando la colpa alle insistenze della moglie.
    “Mia moglie mi chiamava ogni settimana solo per chiedere di inviare più soldi. Ogni sabato mi chiamava dicendomi che non bastavano i soldi, e dovevo di mandarne molto di più”, ha detto a HCH. “Il resto della settimana, nemmeno un messaggio. Non inviava mai mai inviato foto o nemmeno chiesto qualcos’altro. Continuava a chiedermi di mandarle dei telefoni cellulari, ma ne avevo già mandati sei e lei mi chiamava ogni volta per dirmi che glie lo avevano rubato”.
    Alcuni utenti di social media sembrano capire le ragioni di Danny, ma per la maggior parte le reazioni sono state negative. Alcuni dei suoi familiari lo accusarono di essere un “figlio ingrato” per il dolore causato ai propri genitori fingendo di essere morto, e altri sostengono che avrebbe potuto trovare un modo meno traumatizzante per porre fine alle richieste finanziarie della moglie.
  • Sindrome da depressione autunnale: cos’è e come si supera
    Curiosità
    Malinconia, sonnolenza e tristezza sono i sintomi di uno dei malesseri più diffusi con il cambio di stagione: arriva l'autunno e con le giornate più corte e i primi freddi la depressione è in agguato, combattila così.
    Sopravvivere all'autumn blues - quella tristezza che arriva con l'autunno, con le giornate che si accorciano e i primi freddi - si può. Anche quando ti senti sopraffatta dalle prime piogge, smarrita dagli sbalzi di temperatura e corrucciata per il cielo grigio che imperversa sopra la tua testa, un modo per combattere la malinconia e la depressione autunnale c'è. Anzi, ce ne sono almeno sette.
    1. Sii mattiniera
    Uscire tutte le mattine per almeno mezz'ora è un toccasana sia per l'umore sia per la salute. Lo sostiene il neuroscienziato Russell Foster: «Anche in una giornata nuvolosa la luce è da 500 a 1.000 volte più luminosa fuori, all'aperto, che in ufficio o a casa. La ricerca ha dimostrato che l'esposizione alla luce del primo mattino ripristina il nostro orologio biologico e aiuta a combattere il Sad (Seasonal affective disorder), ovvero il disordine affettivo stagionale, un tipo di disturbo dell'umore legato proprio al cambio di stagione e alla minore esposizione alla luce».
    2. Regola il tuo sonno
    L'aumento delle ore di buio è direttamente proporzionale alle ore passate a sbadigliare. Il desiderio incessante di dormire è dovuto alla melatonina, l'ormone del sonno, che nei mesi autunnali cresce in proporzione. Soluzione: coricarsi e svegliarsi sempre alla stessa ora, eliminare l'alcol e assumere un'integratore di melatonina in caso di difficoltà nell'addormentamento.
    3. Diminuisci i carboidrati
    Esiste una stretta relazione tra serotonina (l'ormone della felicità) e carbs (pane, pasta, riso e patate): l'assunzione di carboidrati contribuisce a rilasciare serotonina. Ma provoca anche una reazione inversa: rischia di aumentare i chili di troppo e alza i livelli di glicemia nel sangue. Soluzione: resisti alle tentazioni, mangia in modo regolare e abbuffati di frutta e verdura di stagione, ricche di vitamina C, fibre, antiossidanti e betacarotene.
    4. Una poltrona per due (o più) amiche
    Come mantenere vive le relazioni sociali quando l'attrazione fisica verso il divano ha la meglio? Invita le tue amiche a casa per una serata a base di tisane, tv e coperte calde. Scegliete insieme una serie tv e datevi appuntamento fisso una volta a settimana, sarà un ottimo rimedio scaccia-tristezza.
    5. Fai più sesso
    Dopo l'esplosione estiva anche gli ormoni sono in preda all'autumn blues? Cambia luoghi e orari per fare sesso: se hai figli non aspettare le 11, ma dai appuntamento a tuo marito subito dopo aver messo a nanna i bimbi. Per non parlare del sesso in pausa pranzo: sostituisce la palestra e porta il buon umore per tutto il resto della giornata.
    6. Prendi un po' di vitamina D
    Il sole è la fonte principale di vitamina D, fondamentale per il nostro organismo. Bastano 10-15 minuti al giorno di esposizione ai raggi solari senza protezione per fare il pieno di questa vitamina, ma quando nei mesi freddi l'organismo finisce le scorte, può essere utile assumere un integratore per ridurre i rischi di Sad.
    7. Fai meditazione
    Recenti studi hanno dimostrato che meditare tutti i giorni aiuta a combattere ansia e depressione. Se non sai nulla di meditazione, puoi affidarti alla nostra rubrica di Mindfulness oppure iscriverti ad un corso di yoga.
    https://www.gioia.it/benessere/emozioni/consigli/a1854/depressione-stagionale-autunno-rimedi-sintomi
  • Il mare nel weekend
    Artistic spirit
  • Soluzione trovata 😉
    Cazzeggiando
  • La fidanzata prende il bouquet: il ragazzo scappa come un fulmine
    Cazzeggiando
    Il matrimonio spaventa un po' tutti, soprattutto i maschietti. Lo si può intuire più o meno ad ogni matrimonio, quando arriva il momento del lancio del bouquet, la maggior parte delle invitate sgomita per prendere il fortunato mazzo di fiori, mentre i rispettivi fidanzati attendono ansiosi il verdetto, tra scongiuri e dita incrociate. Ma quale potrebbe essere la reazione di un ragazzo, dopo che la fidanzata è riuscita ad accaparrarsi il bouquet della sposa? La maggior parte degli uomini sorride e si complimenta, ma molti vorrebbero fare come uno degli invitati al matrimonio di Matt e Chelsea Best, svoltosi a Kettering, nel Regno Unito, la scorsa settimana.

    Al momento del tradizionale lancio del bouquet, una delle ragazze ha preso al volo il mazzo di fiori, scatenando l'inattesa reazione del fidanzato che dopo aver assistito alla scena è scappato a gambe levate. La scena è stata ripresa da un altro degli invitati e postata in Rete, scatenando gli utenti social, molto divertiti dalla fuga del giovane, che però non avrà fatto felice la sua dolce metà.“

    https://www.today.it/strano-ma-web/fidanzata-bouquet-sposa-ragazzo-scappa.html
  • Pensieri stupendi
  • Giochi per adulti
    Bdsm e giochi di ruolo
    Ci sono delle domeniche pomeriggio in cui fuori piove e noi siamo a casa con la nostra metà e non sappiamo bene come ingannare il tempo. Perché sì, il sesso è un passatempo formidabile, ma non sempre siamo nello spirito adatto. A volte bisogna entrarci un po’ in quello spirito.
    E ci sono altre volte in cui ci ritroviamo finalmente nella stessa stanza con una persona che ci piace da morire ma con cui non sappiamo bene come rompere il ghiaccio.
    Ecco, se fuori è una giornata fredda e uggiosa o se abbiamo bisogno di scaldare l’atmosfera anche se ci sono 40˚ all’ombra, possiamo provare a improvvisare qualche gioco divertente con il nostro partner, del momento o della vita.
    1. Il gioco della bottiglia. Reloaded
    La versione adolescenziale prevedeva che una serie di giocatori (in genere un numero esorbitante di femmine e una sparuta ma agguerrita presenza maschile) si sedessero in circolo per terra e girassero una bottiglia per due volte. Le persone che venivano consecutivamente indicate dalla bottiglia si scambiavano, a seconda di quanto precedentemente stabilito: una carezza, un innocente bacio a stampo o un più approfondito bacio con la lingua, uno schiaffo, e così via. Era un gioco provvidenziale per creare improbabili accostamenti e superare la timidezza dei primi approcci.
    La versione per la coppia prevede che i due partner si siedano per terra, in un circolo composto di biglietti, contenenti piccanti indicazioni, e altrettanto piccanti oggetti (dell’olio da massaggio, una bottiglia di vino, del cibo afrodisiaco o semplicemente sexy da mangiare, come fragole e cioccolato, un vibratore, un sex toy fai da te, manette… e chi più ne ha più ne metta). Si gira la bottiglia finché uno dei due partecipanti non viene abbinato a un oggetto da usare appropriatamente o a un biglietto che indica l’azione successiva. Chiaro che se questo è uno dei primi incontri, noi suggeriamo di evitare  di sfoderare il vibratore o di prescrivere azioni tipo ‘deliziare il partner con il sesso orale per almeno 20 minuti’. Ma poi vedi tu.
    2. Body Painting
    Una delle forme più antiche di ornamento può trasformarsi in un modo molto eccitante per (ri)scoprire il corpo del partner, molto intrigante per accostarsi a una persona conosciuta da poco, ma quasi ancora più sensuale quando ci accingiamo a osservare con cura e da vicino un corpo del quale siamo sicuri di conoscere ogni curva, ogni segno e riflesso. Perché spesso così non è. Il gioco è molto semplice: ci si munisce di un colore fatto apposta per essere usato sul corpo e si inizia a spennellare. Per extra divertimento si possono impiegare colori commestibili.
    Il body painting può essere anche l’occasione per uno shooting fotografico o una sessione davanti allo specchio (vedi più avanti).
    3. En travesti
    Si apre l’armadio (o ci si spoglia insieme al partner) e ci si scambiano gli indumenti. Ok, questo può suonare strano, soprattutto nella versione ‘lui indossa i vestiti di lei’. Indubbiamente lui apprezzerà il modo in cui ti calzano i suoi boxer o come sparisci dentro la sua camicia. Da vedere se tu apprezzi la vista di lui strizzato nelle tue culotte e soprattutto se lui è abbastanza audace da offrirti questa visione. Se non è un maschio spaventato dal proprio lato femminile, potrebbe accettare di mettersi nei tuoi panni e potrebbe essere sexy uscire sapendo che lui indossa qualcosa di insolito sotto i jeans. Sicuramente sarà divertente e, secondo noi, divertente è sexy.
    4. Caro amico, ti scrivo
    Fai distendere il partner a pancia in giù e usa la sua schiena come un foglio bianco sul quale tracciare parole e frasi che il partner deve indovinare. Si può usare un dito, un pennello (magari bagnato di colori per il body painting), un oggetto erotico. La lingua. Si può scrivere di tutto. Si può sconfinare verso l’alto o verso il basso se lo spazio non basta. E se il partner non indovina, bisogna trovare la punzione adeguata.
    5. Specchio del desiderio
    Ci si mette davanti a uno specchio e si mimano le reciproche azioni. Il partner ci bacia il collo sulla destra? Noi lo baciamo sulla sinistra. E così via. La versione osé prevede che ci si ponga davanti allo specchio già nudi. La versione osé plus prevede l’aggiunta del body painting, per moltiplicare le sensazioni e complicare le visioni.
    6. Secretary
    La maggior parte delle relazioni extraconiugali nasce e si consuma sul posto di lavoro, niente di strano quindi che l’ufficio rappresenti per molti lo scenario ideale di un incontro bollente. Chiaramente il fascino del proibito esiste perché esiste il proibito, ma magari sfruttiamo una delle posizioni in piedi per un incontro fugace, senza mettere a repentaglio la nostra carriera.
    7. Lo spogliarello
    Esistono tutta una serie di giochi erotici che si possono inscenare avendo a disposizione un massaggiatore telecomandato. Che ruotano più o meno tutti attorno al concetto: la donna indossa il vibratore e ne affida il (tele)comando all’uomo, l’uomo deve cercare di distoglierla dal raggiungimento del suo scopo modificando la velocità delle vibrazioni e, di fatto, controllando il suo piacere. Una versione casalinga può vedere la donna intenta in uno spogliarello, mentre l’uomo cerca di distrarla. Ma si possono prevedere infinite varianti: al ristorante, in piscina o mentre ci si rivolge a un ignaro estraneo.
    8. Passa l’arancia
    Hai presente Sciarada, il film con Audrey Hepburn e Cary Grant? Lui uomo dai mille volti, lei che deve imparare a fidarsi di lui? C’è questa scena in cui gli ospiti di un locale devono passarsi, uomo-donna, un’arancia che trattengono sotto il mento, senza toccarla con le mani e senza farla cadere. Da provare con il partner, magari un po’ svestiti. E lo ripetiamo: da provare.
    9. Mosca cieca
    Benda il tuo partner, afferra il suo dito indice e guidalo alla scoperta del tuo corpo, usando appunto solo la punta dell’indice. Lui deve indovinare qual è la parte di te che sta sfiorando e se non indovina… beh, se non indovina si potrebbe punirlo adeguatamente con una sonora
    10. Sculacciata
    Le ‘Cinquanta sfumature di grigio‘ l’hanno sdoganata, ma è uno dei giochi erotici più intramontabili. Usabile sia come penitenza che come gioco in sé. L’importante è, appunto, saper giocare: prendersi il tempo di mettere il partner ‘birichino’ nella posizione adeguata, scegliere il mezzo adatto, un sex toy creato allo scopo o improvvisato (ti stupirai a scoprire quanti oggetti di uso comune sono perfetti per una bella sculacciata), o semplicemente la mano aperta, calare il tutto in una cornice che lo renda ancora più erotico, tipo un gioco di ruolo insegnante/allievo. Very sexy.
  • Quando l’età non conta: nonno 68enne ha l’aspetto (e l’atteggiamento) di un ventenne
    Curiosità
    Hu Hai, un uomo di 68 anni di Shanghai, in Cina, è stato elogiato per il suo aspetto e spirito incredibilmente giovane da quando ha vinto il titolo di “Nonno più Moderno” di Shanghai, due anni fa.

    A guardarlo non si direbbe, ma Hu Hai è nato nel 1950. Suo padre morì quando era solo un bambino, così lui e i suoi sei fratelli e sorelle furono cresciuti da sua madre. Da bambino, Hai ha praticato diversi sport e, anche se non ha mai intrapreso una carriera atletica professionale, attribuisce il suo aspetto e il suo spirito giovanile alla sua passione per l’esercizio fisico.

    Hai ha conquistato la notorietà in Cina due anni fa, quando ha partecipato a un talent show locale per anziani a Shanghai, scioccando sia il pubblico che la giuria con il suo aspetto e il suo atteggiamento da ragazzo. Ha conquistato il titolo di “Nonno più moderno” e da allora ha fatto apparizioni in televisione, nelle riviste di moda e persino apparizioni come modello.

    Alla domanda su quale fosse il segreto del suo aspetto giovanile, il 68enne ha affermato che si trattava in realtà di una combinazione di fattori. Per mantenersi in forma pratica yoga, meditazione e ed esercizi fisici per 30 minuti al giorno. In particolare si “appende” a testa in giù tutti i giorni: secondo lui, questo metodo riduce le rughe, evita che la pelle si appiattisca e addirittura preverrebbe la caduta dei capelli. Per quanto riguarda la dieta, Hu Hai preferisce pasti piccoli ma energetici e prende anche diversi integratori alimentari, tra cui vitamine e pillole di collagene.

    Ma ciò che veramente fa apparire Hai molto più giovane della sua età è il suo atteggiamento. L’uomo sostiene che continua a sentirsi ventenne e probabilmente si sentirà così fino a che non farà il suo ultimo respiro. Per lui l’età è solo un numero, e finché si sente giovane, ha deciso cje quel numero non lo riguarda .

    “Tutti saranno vecchi un giorno, non c’è modo di evitarlo”, ha detto Hu Hai ai giornalisti. “Ma se ti senti vecchio e stai solo aspettando di morire, se non vuoi più imparare o sperimentare cose nuove, sei davvero vecchio, indipendentemente dalla tua età”.

    Hu Hai crede che ogni persona abbia tre età: l’età mentale, l’età fisiologica e l’età fisica. Gli ultimi due possono essere misurati con strumenti medici e test, e Hu afferma che i medici gli hanno detto che ha il corpo e la forma di un quarantenne. Ma la sua età mentale è molto più bassa.

    “Penso che la mia età mentale avrà sempre 20 anni”, dice Hu Hai. “Indipendentemente da ciò che dicono gli altri, ho 20 anni. Posso fare quello che le persone di 20 anni possono fare. La giovinezza è un tipo di atteggiamento, e se hai passione e curiosità, puoi vivere una vita diversa”.
  • FIFA WORLD CUP RUSSIA 2018
    World Wide News
    On Sunday, the French national team defeated the Croatian national team to capture the 2018 FIFA World Cup title in Russia. It's France's first world championship since 1998 when it hosted the tournament and shocked Brazil in the final in Paris.
    The quadrennial tournament lasted from June 14 through July 15 and it featured plenty of surprises. Reigning champions Germany crashed out in the group stage and other favorites like Spain, Argentina and Brazil packed their bags a lot earlier than many expected. Croatia turned heads by becoming the second smallest nation, and the smallest since Uruguay in 1950, to reach the final. It was a valiant effort by Luka Modric and company, but in the end his team came up short in the final match against Les Bleus.
  • Cazzeggiando
  • International Kissing Day 2018 is today!
    Curiosità
    On this International Kissing Day, here are seven reasons why kissing is good for you:
    1. It boosts your immune system
    Although you may think the sharing of saliva through kissing may be unsanitary - we share about 80 million bacteria during a passionate 10 second kiss - we’re actually more likely to become ill by shaking hands than kissing.
    In fact, a study has found that kissing increases a woman’s immunity from Cytomegalovirus, which, if she is pregnant, can cause birth defects.

    2. It reduces anxiety
    Kissing can be effective at calming you down, reducing anxiety and making you feel less stressed because it decreases cortisol and increases serotonin levels in the brain.
    In fact, some people even claim kissing has similar benefits to meditation, helping us feel calmer.

    3. It lowers blood pressure
    Our lips contain blood vessels which dilate when we kiss, and according to Ryan Neinstein, M.D., a plastic surgeon in New York City, “the blood is then directed toward the face and away from the rest of the body, so the demand on the heart goes down, resulting in lower blood pressure.”
    What’s more, as your heart races from the excitement of a passionate kiss, our blood flow increases which also contributes to reducing high blood pressure.

    4. It’s a workout for the face muscles
    We use up to 30 muscles while kissing which tones the facial muscles. So while you may hit the gym to build your biceps, all you may need is some passionate snogging to tone up your face.

    5. It’s good for your dental hygiene
    Swapping saliva with someone else increases the flow of your own saliva, which helps keep the mouth, teeth and gums healthy. 
    What’s more, having more saliva in your mouth helps you get rid of bits of food in your teeth.

    6. It helps you find the right partner
    Kissing with tongues comes from an evolutionary urge to find a genetically compatible mate. “Kissing  - like touching and smelling - is an emotion-driven act that allows us to identify the most compatible and ‘evolutionary advantageous’ partner,” says Fulvio D'Acquisto, professor of immunology at Roehampton University. 
    “Humans don’t have strong olfactory skills and kissing allows you to smell and taste a person and see if you have different immune responses as we tend to feel more attracted to someone with a different immune response,” adds Dr Sarah Johns, an expert in human reproduction and evolutionary psychology at the University of Kent.
    There’s also the fact that kissing will allow you to tell whether the spark is there in the early stages of seeing someone.

    7. It strengthens your relationship
    A good kiss releases the hormone oxytocin - AKA the “love hormone” - which studies have shown keeps monogamous people faithful and makes them more trusting towards one another.
    Kissing also releases dopamine, which strengthens feelings of romantic attachment: “Kissing is very important for the relationship, it keeps the intimacy and romance going, dating expert Jo Barnet tells The Independent.
    “If physical contact is one of someone’s main love languages it will make them feel loved and valued.”
  • Le fontane più spettacolari del mondo.
    Curiosità
    Quando l'arte si sposa con la tecnologia i giochi d'acqua delle fontane diventano spettacoli mozzafiato.

    Delle tantissime fontane sparse per tutto il mondo, queste sono sicuramente tra le più spettacolari. Non solo si distinguono per la loro bellezza, ma anche per una costruzione ingegnosa che a volte sembra sfidare la gravità.

    1). Ecco la più grande, la più alta, la più tecnologica, la più antica...
    Simbolo italiano.
    Trent'anni di cantiere, almeno 10 artisti diversi (Nicola Salvi, Giuseppe Pannini, Bernini e altri) e ben tre inaugurazioni di tre papi diversi. La Fontana di Trevi, simbolo dell'Italia nel mondo, è alta 25,9 metri e larga 49,15, e ogni giorno emette 80.000 metri cubi d'acqua.
    Il progetto della fontana così come la vediamo oggi nasce nel 1732, durante il pontificato di Clemente XII ma verrà battezzata da Clemente XIII nel 1762. La sua storia però risale ai tempi di Augusto, quando Agrippa, genero dell'imperatore, fece costruire l'Acquedotto Vergine per portare acqua alle sue terme realizzando un bacino intermedio alimentato da tre differenti getti d'acqua.
    La fontana di Trevi rappresenta uno dei monumenti più noti e visitati di Roma. Numerosi film hanno immortalato questa fontana a partire da La dolce vita, in cui si vede il celebre bagno nella fontana di Marcello Mastroianni e Anita Ekberg.

    To be continued ...
  • Cazzeggiando
  • Impiegata di giorno, prostituta di notte: licenziata sexy bancaria.
    Curiosità
    “Una ninfomane di alta classe che ama fare sesso violento con sconosciuti": così si descriveva la funzionaria di una banca olandese che, dismessi tacchi e tailleur, di notte elargiva prestazioni sessuali a pagamento.
    Impiegata di giorno, prostituta di notte: licenziata sexy bancaria
    La doppia vita di Conchita van der Waal, nome d'arte con cui una funzionaria 46enne della banca centrale olandese si presentava ai clienti notturni dopo aver dismesso le vesti di impiegata integerrima, non è piaciuta ai vertici dell'istituto di credito della De Nederlandsche Bank che, una volta scoperta, l'hanno punita con tanto di licenziamento.
    Come rivelato dal sito finanziario olandese “Quote”, di sera la donna si trasformava in una prostituta sadomaso e indossava uniformi delle SS naziste, promuovendo le sue prestazioni su Internet con la definizione di "dominatrice sadomasochista" e un tariffario di 450 euro all’ora. L'impiegata lavorava da otto anni per la Banca centrale olandese e precedentemente aveva avuto incarichi in altri importanti istituzioni finanziarie dei Paesi Bassi come l’ING Bank e la ABN AMRO, sebbene da molti anni avesse iniziato la carriera di prostituta che le garantiva introiti sino a 10.000 euro al mese.
    Sul suo sito web, prontamente oscurato, comparivano diverse foto hot dell'esuberante professionista e ai suoi potenziali clienti confessava di essere "una ninfomane di alta classe che ama fare sesso violento con sconosciuti" ironizzando sulla sua ambigua carriera affermando: "Ho una carriera stimolante nella finanza internazionale. Il mio lavoro mi porta in molti luoghi (soprattutto in Europa occidentale e in America). Se solo i miei colleghi, clienti o capi sapessero che di notte mi diletto con il mio hobby di prostituta...".
    Ora che non solo i suoi colleghi, ma anche i piani alti della sua azienda hanno scoperto tutto, la Banca centrale olandese ha preso seri provvedimenti rilasciando un breve comunicato per sottolineare che la dipendente è stata licenziata per una "questione di integrità". Sebbene la prostituzione sia legale in Olanda da diversi anni, la DNB impone ai suoi dipendenti una sorta di codice etico che "non li autorizza a svolgere attività che potrebbero portare discredito all’istituzione bancaria". 

    http://www.today.it/donna/impiegata-banca-prostituta-licenziata.html
  • Pensieri stupendi
  • Non si sa mai ;)
    Le chicche nelle tournée
    - Ciao, vorrei prendere un appuntamento 🤓
    - Buongiorno. Io non sono disponibile in questi giorni.
    - E di notte?
    - 😱😳✌️
  • L'uomo con il pene più grande del mondo: faceva sesso orale da solo
    Curiosità
    Ventidue centrimetri "a riposo", 34 in erezione. Jonah Falcon è conosciuto universalmente come l'uomo con il pene più lungo al mondo. Ha 44 anni e si racconta in un'intervista ad alternet.com. Ha scoperto di avere misure record a 10 anni, quando per la prima volta se lo misurò: "Stavo leggendo un libro per ragazzi che parlava della lunghezza del pene e allora decisi di confrontarmi, ma all’epoca non mi interessai molto alla questione". "Mi accorgevo del loro stupore", dice a proposito dei suoi compagni di scuola, "dalle loro facce quando guardavano tra le mie gambe, ma all’epoca nessuno me ne parlò apertamente apertamente". Falcon ha promesso il suo pene al “museo fallologico islandese” dopo la morte. Perché? "Mi ha convinto a farlo il mio amico giornalista Buck Wolf. È stata una sua idea e io ho deciso di assecondarlo". La perversione dell'uomo è quella di uscire di casa con pantaloni attillatissimi: "Lo faccio per scioccare le persone. L’ultima volta è stato due settimane fa: sono uscito con un paio di leggins con stampata sopra la bandiera inglese".

    Jonah non ha una vita sessuale molto attiva, contrariamente a quanto ci si possa immaginare: "Faccio sesso solo saltuariamente e, al momento ho altre, preoccupazioni. L’ho fatto tante volte in vita mia che ora non ne sento più il bisogno come altri uomini. Il sesso non è una priorità per me. Se ne ho voglia lo faccio, punto". La reazione delle sua partner? "Erano confuse, strabiliate e a volte arrabbiate. Tante di loro lo afferravano con entrambe le mani e si mettevano a guardarlo e ad esplorarlo, io lo adoravo". Falcon, addirittura, fa sesso orale da solo: "Lo facevo da quando avevo 10 anni fino a circa 18. Poi mi iniziò a fare male la schiena e smisi". Nonostante i disagi, comunque, non ha mai desiderato avere un pene più piccolo: "No, sono contento così".

    http://www.liberoquotidiano.it/news/scienze---tech/11830279/L-uomo-con-il-pene-piu.html
  • QUAL È LA LINGUA PIÙ SEXY DEL MONDO?
    Curiosità
    Da anni si sottolinea sempre più l’importanza della lingua inglese: molto diffusa nel mondo, sempre più utile a lavoro e anche nella vita.

    Ciò che non è stato ancora detto però è che questa lingua sembra essere importantissima anche per l’amore.

    Una recente ricerca del sito timeout.com ha rivelato quali sono gli accenti e le lingue considerate più sexy, in tutto il mondo: non è il suono del francese o dell’italiano ma quello dell’inglese ad avere il fattore vincente – titola la ricerca - grazie alla sua capacità di essere, secondo gli intervistati, molto intrigante.

    La lingua francese, da sempre celebrata dal cinema e dall’immaginario comune come lingua molto passionale, si deve accontentare di un ottimo secondo posto, condividendo il podio con noi italiani che ci posizioniamo, questa volta, in terza posizione.

    Non abbattiamoci però: la diversità dei nostri accenti e la bellezza della nostra lingua è da sempre un punto di forza. In un'analisi del 2017 era proprio l'italiano il vincitore della sfida e continuano ad essere diverse le teorie che indicano la nostra come una lingua assolutamente affascinante, apprezzata in primis dai francesi, seguiti da spagnoli e svedesi.

    Ad ogni modo, le “sfide” sono possibili anche nel nostro Paese: il primo posto del toscano è un evergreen, poi romagnolo ed infine romano.

    Viva l’amore, in tutte le lingue e con tutti gli accenti del mondo.
  • Come diventare un marito cuckold
    Bdsm e giochi di ruolo
    Cuckold, da dove deriva?

    Nel VIII secolo a.C., Candaule, sovrano del regno di Lidia canta la bellezza di sua moglie alla sua guardia del corpo, Gige, che non sembra credergli. Candaule decide di costringere Gige a spiare sua moglie di nascosto per ammirare la sua bellezza, ma la regina lo scopre e lo mette di fronte a una scelta: o uccide il re, o morirà. Gige uccide il re, prendendo la regina in moglie e diventando sovrano.
    Tu e tua moglie siete una coppia serena e riponete piena fiducia l’uno nell’altra? I tuoi sogni più eccitanti immaginano tua moglie con un altro?

    Come diventare un marito cuckold

    Il massimo della trasgressione è chiedere a tua moglie di tradirti, diventare un marito cuckold: parlatene, decidete insieme come e quando, puoi decidere di partecipare o meno, puoi decidere di guardare o meno, puoi decidere di conoscere i particolari o di vivere di sola immaginazione. Puoi decidere di fare quello che più ti eccita, ovviamente parlandone chiaramente con tua moglie, decidendo insieme chi debba essere il terzo, può essere uno sconosciuto, come uno dei migliori amici, o i terzi, già perché non è detto che debba essere sempre il solito, decidere se renderlo complice o semplicemente preda, decidere fino a che punto spingersi, su questo consiglio di fare un passo alla volta, capendo bene le proprie emozioni e i propri limiti per non andare incontro a complicazioni coniugali.
    Il cuckoldismo compensa un calo del desiderio derivato da anni di routine e quotidianità: l’uomo riscopre la partner come desiderabile e sensuale, mentre la “traditrice” gode dell’attenzione più o meno sessuale di due uomini, traendone gratificazione ed eccitazione. L’uomo che diventa cuckold, raramente partecipa al rapporto che la sua compagna consuma con un uomo diverso e questo fattore potrebbe incidere sull’aspetto psicologico dell’uomo che a lungo andare, potrebbe sentirsi escluso e denigrato.

    Incontri cuckold

    Nonostante questa premessa doverosa, bisogna anche dare atto che sono tanti gli uomini che si rivolgono a siti specifici per trovare persone magari super dotate o dalle eccellenti qualità fisiche, che si prestino ad avere rapporti con le loro compagne. Questo tipo di rapporto che fino a poco tempo fa era inusuale, attualmente sta prendendo piede tanto che tra gli innumerevoli annunci erotici presenti sul web, ce ne sono molteplici di uomini dotati che si propongono.
    Se inizialmente tale pratica viene attuata a complemento della normale relazione sessuale di coppia, pian piano può diventare, soprattutto per l’uomo, l’unica modalità di raggiungimento dell’orgasmo. In tale circostanza sarebbe opportuno rivolgersi ad uno psicoterapeuta specialista in sessuologia clinica, che possa indicare un adeguato percorso terapeutico da seguire.

    Alla ricerca del Bull

    Se hai già approfondito le ricerche e siete pronti come coppia a provare questa bella trasgressione non ti resta che cercare il Bull, cioè colui con cui tua moglie ti tradirà. Come ti ho già detto potrebbe essere chiunque: il migliore amico, il tipo della porta accanto, uno conosciuto per caso in un bar oppure ci sono ragazzi che si possono trovare nei privè o nei siti dove si presentano alle coppie interessate. Immagino che sia più sicuro come approccio sapendo per certo che il ragazzo in questione conosce le regole e porta rispetto alla coppia. Il compito fondamentale del Bull è quello di far provare il massimo piacere sessuale alla sweet quindi deve averne il totale controllo sessuale. Deve innanzitutto piacere fisicamente alla donna, poi deve soddisfare pienamente con potenza e prestanza le sue voglie. Il Bull ha un grande vantaggio: con lui la sweet sarà sicuramente molto più disinibita che con il marito quindi propensa a provare nuovi giochi ed essere meno pudica. Deve umiliare profondamente il cuckold, rendendolo quasi suo schiavo. Può fare cosa vuole con la donna se lei è d’accordo, anche giochi estremi che con il marito non ha mai fatto. Se tutto questo ti piace, i giochi di ruolo, le umiliazioni e il non poter far nulla una volta che il gioco è iniziato, benvenuto; se pensi invece che qualcosa ti possa dar fastidio pensaci su due volte: giocare piace a tutti, ma è bene pensarci per bene prima di far danni.
    Sei sempre più deciso ad andare avanti, entriamo più nei particolari?

    I vari tipi di marito-cuckold

    Ci sono mariti-cuckold che godono a vedere le proprie mogli-sweet scopare con un Bull, fanno di tutto perché un super dotato chieda di poter far sesso con sua moglie sul proprio letto matrimoniale e per farlo fa foto alla moglie nelle posizioni più hot per poi postarle sui siti appositi dove sicuramente riceverà tanti commenti sulla moglie.
    Ci sono mariti-cuckold che godono dello stesso piacere, ma si muovono con più discrezione.
    Ci sono mariti-cuckold a cui piace essere sottomessi dalle proprie mogli rendendosi schiavi nel sesso con il Bull.
    Il voler essere umiliati sia dal Bull che prende in mano la tua vita sessuale, sia dalla moglie che preferisce senza ombra di dubbio lui a te è al centro di questo gioco erotico che sta conquistando il continente soprattutto da quando il web da una mano in più grazie proprio ai blog dove ognuno puó chiedere consigli ed informazioni di ogni genere, ai siti dove si mettono in bella mostra sia le sweet che i mariti fanno ben notare, sia i Bull super dotati di sopra e di sotto perchè si, ecco, un Bull senza cervello non è un Bull.

    Trovate la vostra trasgressione più ricercata, divertitevi, ma ricordate di pensare ed agire sempre come coppia, mai come singolo!
    Create le regole prima di iniziare a giocare e tra queste inserite l’uso di profilattici, siate umani e responsabili prima di tutto, va bene il gioco, ma evitiamo di farci del male con malattie o con figli non desiderati.
  • Arrivano le mutande che non si lavano
    Curiosità
    L'idea innovativa che sfrutta una tecnologia antibatterica.

    Mutande che non si lavano e si possono indossare per settimane. E' l'idea di Organic Basics, un brand danese che ha lanciato una campagna di crowdfunding su Kickstarter per realizzare una linea di mutande, t-shirt e calzini che non hanno bisogno di essere lavati. O almeno, non in modo frequente. Tutti i prodotti di Silvertech 2.0 (questo il nome del progetto) sono realizzati con il Polygiene, un trattamento a base di cloruro d'argento, un sale d'argento usato dalla Nasa per purificare l'acqua sulla Stazione Spaziale Internazionale.

    Mutande che non si lavano: possibile?

    Grazie a questa tecnologia antibatterica che uccide il 99,9% di batteri, funghi e altri microbi (causa di cattivi odori), la biancheria intima può essere indossata per settimane senza essere lavata. Niente più lavatrice o lavaggi frequenti, insomma. Slip, t-shirt e calzini Silvertech 2.0 sono realizzati interamente con nylon prodotto in Italia con materie prime riciclate al 100%, un tessuto leggero, morbido e traspirante che assicura comfort, assorbimento dell'umidità e regolazione del calore.

    Il tessuto riduce lo spreco d'acqua fino al 90% e le emissioni di CO2, non ha bisogno di essere stirato e non rischia di restringersi. Su Kickstarter il progetto sembra piacere molto. Nato con l'obiettivo di raccogliere 25mila dollari, a 24 giorni dalla scadenza sfiora già la cifra di 50mila dollari. Al momento la linea è disponibile solo per il menswear, ma in autunno dovrebbe arrivare anche una collezione femminile.

  • Insoliti parenti
    Curiosità
    Pensando ad un animale in stretta parentela con gli elefanti, molto probabilmente siamo portati ad immaginare una creatura di grandi dimensioni, ma in questo caso, la natura ci riserva una sorpresa.

    Il parente più prossimo dell’elefante è infatti una creatura pesante pochi chilogrammi e dalle sembianze e dimensioni di una marmotta: la procavia.

    La procavia o irace è un mammifero dell’ordine degli iracoidei (Hyracoidea) diffuso in buona parte dell’Africa e in alcune aree del Medio Oriente, dall’aspetto molto simile ad un roditore, ma con i quali ha poche cose in comune. L’ordine degli iracoidei è un ordine monofamiliare cioè costituito da una sola famiglia, quella dei procavidi (Procaviidae), suddivisa a propria volta in tre generi distinti, Procavia (procavia delle rocce, 3 specie), Heterohyrax (procavia delle steppe o della boscaglia, 1 specie) e Dendrohyrax (procavia arboricola, 2 specie).

    Sebbene oggi le sue dimensioni siano comprese tra i 30 e i 70 cm, durante il Miocene (periodo compreso tra i 23 e 5,3 milioni di anni fa) esistevano iracoidei più grandi di un potamocero o di un cinghiale. Poi, quando nello stesso periodo i ruminanti presero il sopravvento, soltanto gli iracoidei che seppero ritagliarsi una nicchia in grado di aggirare l’implacabile concorrenza di questi nuovi colonizzatori del pianeta, riuscirono a sopravvivere. Fu in questo periodo che alcuni iracoidei mantennero le loro grandi dimensioni, ma si spostarono in ambienti diversi, come quello acquatico. Da questi sembra abbiano avuto origine gli ordini di elefantidi (a cui appartengono i moderni elefanti) e sirenidi.

    Altri iracoidei si evolvettero in creature più piccole ed agili, capaci di colonizzare ambienti terrestri in cui la concorrenza dei ruminanti non fosse così pressante, divenendo così arboricoli o abitando le piccole cavità delle rocce.

    Recenti studi del DNA hanno confermato lo stretto grado di parentela delle procavie con gli elefanti. Vi sono tuttavia analogie evidenti che tutti noi possiamo notare andando a spasso per l’Africa. Tralasciando il fatto che entrambi non siano ruminanti, prima tra tutte le analogie è la presenza in entrambi gli ordini di incisivi superiori modificati in zanne, ben note ed evidenti negli elefanti e un po’ più nascoste tra le procavie. In entrambi i casi, le zanne vengono utilizzate come arma e come utensile.

    Un’altra importante caratteristica comune sono i cuscinetti plantari che permettono ad entrambi di muoversi silenziosamente sul terreno. Nelle procavie questi sono dotati di ghiandole che mantengono la pianta lubrificata e consentono la traspirazione e nelle zampe posteriori è presente un dito dotato di unghia artigliata.

    Sia i maschi di elefanti che di procavia, inoltre, presentano testicoli addominali interni, cioè non visibili.

    Le ghiandole mammarie sono in paio e poste frontalmente in entrambi gli ordini (anche se le procavie ne possiedono altre due paia nella zona inguinale).

    Possiedono entrambi forti analogie nella placenta e nell’utero e la gestazione è straordinariamente lunga (22 mesi per gli elefanti, 7-8 mesi per le procavie).

    Soltanto nelle relazioni sociali si differenziano notevolmente, in quanto gli elefanti sono organizzati in famiglie matriarcali estese, mentre la maggior parte delle specie di procavie sono solitarie o gregarie in cui un maschio dominante controlla un harem di femmine. Soltanto in poche specie esse mantengono un ordinamento familiare.

    Parenti sì, ma ognuno con le proprie abitudini!
  • La festa dell’Europa 9 maggio 2018
    World Wide News
    Ogni anno, il 9 maggio, si celebra la Giornata dell’Europa.

    La data ricorda il giorno del 1950 in cui Robert Schuman presentò il Piano di cooperazione economica, la cosiddetta ‘Dichiarazione Schuman’ ideata da Jean Monnet , che segnò l’inizio del processo d’integrazione europea (la messa in comune delle riserve di carbone e acciaio) con l’obiettivo di una futura unione federale.

    La data coincide anche con il giorno che segna, de facto, la fine della II guerra mondiale: il 9 maggio è infatti il giorno successivo alla firma della capitolazione nazista, quando furono catturati Hermann Göring e Vidkun Quisling.

    Qual era l’idea di base?
    Gli Stati fondatori – Francia, Germania, Italia, Paesi Bassi, Belgio e Lussemburgo – decidevano di mettere in comune le loro risorse di carbone e acciaio e di creare un mercato comune per queste materie prime, eliminando i dazi all’importazione e all’esportazione.

    La proposta del ministro degli esteri francese dell’epoca Robert Schuman giunge appena cinque anni dopo la fine della II Guerra Mondiale.

    Non ci sono solo risvolti economici, ma anche politici:attraverso la fusione degli interessi di Francia e Germania, si sarebbero evitati futuri conflitti.

    La dichiarazione recita, tra l’altro: ‘La solidarietà nella produzione in tal modo realizzata farà sì che una qualsiasi guerra tra la Francia e la Germania diventi non solo impensabile, ma materialmente impossibile’.

    Che cosa è successo dopo?
    Il trattato che regola la comunità è stato firmato a Parigi nel 1951 ed è entrato in vigore l’anno successivo.

    I sei paesi fondatori hanno approfondito la loro integrazione economica con l’istituzione della Comunità Economica Europea , con la firma del Trattato di Roma nel 1958.

    L’Atto unico europeo del 1985 ha fissato l’obiettivo di creare un unico mercato comune, mentre il Trattato di Maastricht del 1992 ha visto la nascita dell’Unione europea, inizialmente con 12 paesi, impostando il percorso verso l’unione economica e monetaria.

    Chi celebra la Festa dell’Europa?
    Una rapida ricerca online sui siti delle principali istituzioni dell’Unione europea rivela molti articoli o tweet sulla Giornata dell’Europa.

    Il sito dedicato europeday.europa.eu raccoglie più di 140 eventi in tutta l’Unione. Quasi la metà è in programma in Belgio, sede del quartier generale dell’Unione europea.

    Ma si nota anche un senso di riluttanza da parte della macchina di Bruxelles a mettere in evidenza i festeggiamenti. Forse perché oggi il progetto europeo si trova ad affrontare grandi sfide: dalle migrazioni, alla sicurezza, dai problemi dell’economia alla crescita dell’euroscetticismo in alcuni paesi membri.

    Per celebrare la festa dell'Europa, le istituzioni dell'UE aprono al grande pubblico le porte delle loro sedi il 5 maggio a Bruxelles, il 5 e 9 maggio a Lussemburgo e il 10 giugno a Strasburgo.

    Gli uffici locali dell'UE in Europa e nel resto del mondo organizzano una serie di attività ed eventi per un pubblico di tutte le età.

    Ogni anno migliaia di persone partecipano a visite, dibattiti, concerti e altri eventi organizzati per l'occasione e per avvicinare i cittadini all'UE.
  • Donna si spaccia per uomo per sedurre ragazze e rubare i soldi della dote
    World Wide News
    Krishna Sen, una donna originaria dello stato di Uttar Pradesh in India che si è finata uomo per oltre 4 anni, è stata recentemente arrestata per aver sposato due donne allo scopo di impossessarsi della loro dote.

    Krishna è sempre stata un maschiaccio, ma nel 2013 ha fatto un passo in più, adottando un personaggio maschile sui social media e avvicinando le donne online nella speranza di iniziare una relazione romantica con loro. Ha cominciato ad indossare abiti da uomo, tagliando i capelli e cambiando il propaio nome in Sweety Sen. Di per sé nulla di male, se non fosse che Sweety Sen nel corso di tre anni ha convinto due donne a sposarla, senza dire loro che era una donna anche lei, facendo pressioni su di loro e sulle loro famiglie per la dote.

    La prima vittima di Sen è stata Kamini, una donna della città di Haldwani, che aveva incontrato online nel 2014. Sen aveva detto di essere il figlio di un uomo d’affari di Aligarh, e ha convito la ragazza al matrimonio dopo un breve fidanzamento, sposandosi più tardi nello stesso anno. Sen però ha iniziato a comportarsi come un uomo violento, bevendo, fumando e abusando fisicamente di lei per dote.

    “Sen l’aveva convinta che fosse un uomo. I due si sono sposati lo stesso anno e hanno iniziato a vivere in una casa in affitto nella città di Haldwani nel distretto di Nainital, ma presto Ben ha iniziato ad aggredire la donna per dote”, ha detto l’ufficiale di polizia Janmejay Khanduri ai giornalisti.

    Nel 2016, Sweety Sen ha preso una seconda moglie, una donna di nome Nisha, dalla città di Kaladhungi, nello stato di Uttarakhand. A differenza di Kamini, questa si è resa presto conto che suo marito era in realtà una donna, ma Sweety l’avrebbe convinta a mantenere il segreto offrendole dei soldi. Apparentemente Nisha ha accettato, e la finzione è continuata fino a quando la prima moglie di Sweety si è stancata delle delle percosse e delle minacce per la dote ed è andata alla polizia.

    Sweety Sen è stata recentemente arrestata per aver gli abusi su Kamini ed ha confessato di non essere un uomo. Ha spiegato alla polizia che non permetteva mai alle sue mogli di toccarlo durante il giorno, e consumava il loro matrimonio solo di notte, nel buio più totale, usando giocattoli sessuali che aveva comprato online.

    Nonostante gli abusi compiuti, la legge indiana sembra offra un inatteso salvagente a Sweety Sen: se sono confermate le accuse di sostituzione di persona, frode e falso, non è stato accusato di violenze domestiche perché “tecnicamente non era un marito quindi il caso non può essere trattato come un matrimonio”.
  • 8 cose che (forse) non sai sulle manette
    Bdsm e giochi di ruolo
    Quando sono state inventate le manette? È vero che è illegale mostrare persone ammanettate sui media? E che c'entrano con le manette il poeta Virgilio, Houdini e... 50 sfumature di grigio?

    Da quando esistono sono il simbolo della detenzione: uno strumento di immobilizzazione e di pena che esiste dalla notte dei tempi, anche se le manette moderne sono un’invenzione abbastanza recente. Quanti tipi ne esistono? Tantissimi. Incluse le manette che si utilizzano nei giochi di prestigio e… nel film “50 sfumature di grigio”. Ma non è l’unica curiosità…

    LE PRIME IN ASSOLUTO. Al poeta Virgilio il merito di averci reso nel 70 a. C. la prima testimonianza sul concetto di manette: nelle Georgiche, Aristeo si reca da Proteo per farsi svelare le cause della moria delle sue api, e lo ammanetta mentre dorme, per evitare che possa sfuggirgli trasformandosi in mille creature. Quelle descritte da Virgilio sono in realtà manette rudimentali più simili ai ceppi.

    QUASI MODERNE. Per vedere manette simili a quelle moderne bisogna aspettare il 1862, quando l’ingegnere americano W.V. Adams migliora il design delle manette inglesi, che pesavano oltre un chilo, e non riuscivano ad adattarsi a ogni persona.
     
    LE MESSICANE. Ed è tra la metà dell'Ottocento e i primi del Novecento che ingegneri e designer si cimentano nella ricerca delle manette perfette. Dal crudele Twister, una catena di metallo con una maniglia che, nel caso, poteva essere serrata più severamente per stringere i polsi del prigioniero, alla manetta messicana, dalla caratteristica forma a forcone con due aperture a forma di “U”.
     
    MANETTE MODERNE. Nel 1912 George Carney, brevetta le manette come le conosciamo oggi: una manetta a cricchetto regolabile e autobloccante un poliziotto poteva mettere all'arrestato usando una sola mano. Da quel momento molte aziende specializzate hanno lavorato per perfezionare quell’invenzione e per evitare gli effetti collaterali delle manette: tra questi c'è la “neuropatia da manette”, un trauma da compressione al polso che provoca danni ai nervi se si indossano manette troppo strette per un periodo di tempo prolungato.
     
    IL MAGO DELLE MANETTE. Gli anni cui la produzione di manette si trasforma in industria, sono anche quelli di Harry Houdini (qui, la gallery su Houdini e altri 9 personaggi del mistero), che sulle manette costruisce la sua fortuna di illusionista. Riesce a liberarsi persino di quelle della polizia di Scotland Yard. E nei suoi spettacoli le manette mancano mai. Non a caso il suo nome d’arte per intero era Harry Handcuff (manette) Houdini.
     
    REGOLE E DIVIETI. L’uso delle manette è sinonimo di colpa, al punto che alcuni paesi hanno stabilito restrizioni sulla raffigurazione di persone ammanettate, per evitare che lo stigma le perseguiti se non colpevoli o oltre la condanna. La Francia non consente ai media di mostrare immagini di persone ammanettate fino a quando non sono state condannate definitivamente. La polizia di Hong Kong offre un copricapo a chiunque sia ammanettato. E il Giappone si spinge fino a sfocare le mani della persona se indossano polsini. E in Italia? Dal 1999, una norma del codice di procedura penale vieta la pubblicazione di fotografie che ritraggono persone in manette. 
     
    IL LATO SEXY. Libri e film come 50 sfumature ci hanno mostrato un uso imprevisto delle manette nelle pratiche sessuali sado-maso. Attenzione: quelle viste nei film e in vendita nei sexy shop non sono affatto le manette della polizia, potenzialmente pericolose, perché il loro uso può provocare lesioni ai nervi o altri danni ai tessuti, ma bracciali progettati appositamente, con inserti morbidi.
     
    QUANTI BREVETTI. Ormai l'avete capito, di manette ne esistono di diversi tipi. Ma se provate immaginare il numero di varianti, resterete stupiti: solo considerando l'archivio dell'Ufficio europeo dei brevetti, se ne contano ben 650 modelli.
     
    https://www.focus.it/cultura/curiosita/8-cose-che-forse-non-sai-sulle-manette
  • Cazzeggiando
  • Uno chef scultore: Nico Scalora
    Artistic spirit
    Nico Scalora è uno chef professionista che ha trovato nell’arte dell’intaglio la sua realizzazione elettiva. Dal 1990 è in forza presso il Naxos Beach a Giardini Naxos, albergo del Gruppo UNA. Il suo percorso professionale ha avuto una crescita sensibile, grazie alla competenza come chef e alla capacità organizzativa insita in lui. Oggi è Executive Chef presso l’azienda che lo ospita, gestisce il personale di cucina dei quattro ristoranti della struttura che giornalmente serve diverse centinaia di coperti. Nel 2001 scopre il suo talento nell’intaglio di vegetali, si specializza partecipando a master specici nella categoria “ Fruit Carving “ con i massimi esponenti italiani. La tecnica usata da Nico Scalora è l’intaglio tainlandese realizzata con lo stiletto Thai. Oltre all’intaglio dei vegetali, Nico si è specializzato nelle suggestive sculture di ghiaccio e nell’intaglio del sapone. Fa parte dell’associazione cuochi Etnei, all’interno della quale, riveste il ruolo di Carving Chef del Team.
    http://www.lintaglio.it/
  • Buona idea ;)
    Le chicche nelle tournée
    - Buongiorno, Mistress Jolly?
    - Buongiorno. Si, sono io.
    - Ho visitato il suo sito e ho visto le sue foto. Ma Lei lavora nel Sex shop?
    - 😳😳😳 Si. Dal lunedì al venerdì, previo appuntamento 😉
  • Tipi di strapon
    Bdsm e giochi di ruolo
    Harness Strapon
    L’Harness Strapon è composto generalmente da due cinghie che si uniscono una intorno alla vita, l’altra alle cosce così da formare un’imbracatura stile mutanda, completamente aperta ed accessibile e sul lato anteriore è presente un Dildo.
     Molti modelli di Strapon Harness hanno la possibilità di installare il tuo dildo preferito!! Grazie a degli anelli intercambiabili di diverse misure si possono installare dildo per “principianti” o dildo per “Pro”, realistici o di design, vibranti e non, con telecomando, ricaricabili, etc...
    Questo tipo di strapon riesce a stimolare non chi indossa ma chi riceve, tuttavia lasciando completamente accessibili la zona ano/vagina, chi indossa può essere comunque stimolato in altri modi.
    L’Harness Strapon può essere indossato da uomini e donne indistintamente, quindi completamente universale, caratteristica questa non propria ad altre tipologie di strapon.
    Strapless dildo
    Un'altra categoria di strapon è lo strapless dildo, più adatto alle donne, lo strapless non si indossa con l’imbracatura ma si inserisce un plug nell’ano/vagina che si trova alla base del dildo, in maniera da stimolare chi lo indossa oltre di chi lo riceve. 
    La maggior parte dei modelli di Strapless dildo hanno anche una zona tra il plug ed il dildo con delle texture in rilievo atte alla stimolazione clitoridea di chi lo indossa.
    Al contrario degli harness strapon questi modelli non hanno possibilità di installare dildo di diverse misure ma esistono modelli di Strapless dildo vibranti e non, anche con due motori, realistici o stilosi, ce n’è per tutti i gusti.
    Hollow Strapon
    Un'altra tipologia di Strapon sono gli Hollow Strapon, con dildo cavi. Considerati anche come estensioni del pene, sono più adatti ad essere indossati dagli uomini, in quanto fissato sull’imbracatura è presente un dildo cavo dove è possibile inserire il pene.
    Questo strapon è concepito per l’uomo che da più importanza al piacere del partner in quanto indossandolo la sensibilità si riduce, ma il piacere del proprio partner è parte integrante del proprio piacere.
    Non è possibile cambiare il dildo come con altre tipologie di strapon ma in commercio sono presenti modelli adatti anche ai più esigenti, colorati, vibranti, con pompetta per aumentarne le dimensioni, con diverse imbracature e fissaggi.
    Strapon di varie tipologie
    Esistono in commercio altri modelli di strapon, che si differiscono per essere direttamente fissati su tanga, perizomi e coulotte, con dildo intercambiabili e non.
    La differenza più grande con le altre tipologie è la difficoltà di accesso alle zone ano/vagina di chi lo indossa, per questo si adatta di più a persone che vogliono dare piacere al proprio partner, magari invertendo poi i ruoli.
  • Auguri e Buona Pasqua 2018 a tutti!
    Very important
  • Cazzeggiando
  • Prescrizione: visita oculistica
    Le chicche nelle tournée
    - Ciao, ti ho trovato sul sito mistress.xxxxxx e ho visto il tuo sito personale mistressjolly.vip. Vorrei sapere se fai solo sesso o anche Mistress?
    - 😕😳🤐
  • Pensieri stupendi
    La cortesia è diventata così rara che alcune persone la scambiano per un flirt.
  • Auguri a tutti i Giuseppe e a tutti i Papà!!!
    World Wide News
    La festa del papà è una ricorrenza civile diffusa in alcune aree del mondo, celebrata in onore della figura del padre, della paternità e dell'influenza sociale dei padri. La data in cui si festeggia, però, è alquanto variabile da Paese a Paese. Le date più comuni sono due: in alcuni Paesi di tradizione religiosa cattolica (come per esempio in Italia, in Spagna e in Portogallo), la festa è celebrata il 19 marzo, giorno associato dalla Chiesa a san Giuseppe, padre putativo di Gesù Cristo; in molti Paesi la ricorrenza è fissata per la terza domenica di giugno come in Francia, nel Regno Unito e negli Stati Uniti.
  • Pet play
    Bdsm e giochi di ruolo
    Pet play – the niche fetish you might not know about.
    What’s your plan for this evening? Go home, have a glass of wine and watch telly? Or perhaps you’re planning on something a bit raunchier. Going plastic-free: going home can feel like going backwards Or, if you’re into pet play, perhaps your idea of a great evening is to put on some ears and a collar and a butt plug with a tail, to have someone treat you like a puppy, kitten or other types of animals?

    What is pet play?
    Pet play has been given a similar treatment to adult baby roleplay. It pet play suffers from a bit of a stigma because it’s unusual and because it can be confusing.
    Just like age play fetishists don’t want to have sex with actual children, pet play enthusiasts don’t actually want to be animals or have sex with them, but they get arousal from role playing as them.
    In BDSM play it’s common to have a dominant and a submissive. It’s similar in a pet play arrangement, but instead, the roles are usually called owner and pet or trainer and pet.

    What do they do?
    It depends on what kind of animal you play as. People who like pony play, for instance, will wear a version of a headcollar and will often want to be lead around, perhaps mimicking dressage or show jumping.
    People who play as domestic pets are more likely to enjoy eating and drinking out of a bowl on the floor. Puppy play will often incorporate an element of training, whereas kitten play has more of a tactile grooming focus. Other aspects involve a person’s hands being gloved to restrict their movement, having person beg for treats and spending time in a cage or on the floor.

    Why do they do it?
    It’s difficult to understand why anyone is aroused by something that leaves you cold. To a person who’s into pet play it’s just plain sexy. In this context, there are a variety of things that might motivate an interest in pet play.
    For some people, it’s a type of humiliation. Being ‘forced’ to crawl on all fours and eat from the floor can be a turn on because it’s degrading.

    http://metro.co.uk/2017/02/02/pet-play-the-niche-fetish-you-might-not-know-about-6422636/
  • Scambio di potere erotico
    Bdsm e giochi di ruolo
    Sadomasochismo o sadomaso (nella forma abbr.) o SM (S&M, S/M) come è internazionalmente conosciuto, è nella concezione comune del termine, l'insieme delle pratiche erotiche basate sull'imposizione di sofferenze fisiche o mentali su un partner.
    Masochismo è il fatto di provare eccitazione sessuale (con fantasie) per il fatto di essere umiliato, picchiato, legato o torturato.
    Lo scambio di potere erotico è meglio conosciuto come BDSM, sm, Dominazione sottomissione o sadomasochismo, ma questi termini sono troppo limitati, incorretti e troppo spesso confusi con degli stereotipi e con delle forme di malattie mentali è per questo che preferiamo il termine "scambio di potere erotico".
    Lo scambio di potere erotico può prendere qualsiasi forma all'interno di una relazione tra due persone. Da piccole cose quali il bendare il proprio partner quando si fa l'amore fino alla dedizione completa, 24 ore al giorno e 7 giorni alla settimana o persino alla marchiatura a fuoco sul corpo.
    Le modalità dipendono dal tipo di fantasie, situazioni o limiti stabiliti dalle persone coinvolte a patto che siano consenzienti ed informate, in condizioni di sicurezza, in condizioni di piene facoltà mentali e volontariamente. SSC, sigla inglese di Safe, Sane and Consensual, ovvero, in italiano “sicuro, sano e consensuale”.
    Se uno o tutti di questi elementi mancano, si tratterà di abuso e non di scambio di potere erotico. Lo scambio di potere erotico richiede un ambiente specifico, che possiamo chiamare biosfera. Ciò che si richiede è una sana relazione, onesta e sincera, intensa ed aperta alla comunicazione, alla fiducia ed a molta comprensione reciproca.
    Una mente aperta, molto amore, cura ed un certo ammontare di creatività. Le persone spesso si chiedono: cosa c'è che non va con il sesso normale? Perché aggiungere altre cose come lo scambio del potere?
    Anche se non c'è nulla di sbagliato con il sesso normale, ci sono persone che vogliono trarre di più dalle loro relazioni. Forse vogliono trarre di più dalla vita. Queste sono le persone che identificano l'elemento del potere, che esiste in ogni relazione, e cominceranno a lavorarci, giocarci, esplorarlo e sperimentarlo.
    Consegnare potere al proprio partner può essere un'immensa sensazione erotica. Essere legati, relativamente inermi ed essere lanciati dal proprio partner verso le proprie fantasie e sogno - alcuni sottomessi lo chiamano subspazio - può essere elettrizzante, rilassante e rivelatore allo stesso tempo.
    Il dolore, il solletico e tutti i tipi di altri impulsi - quando vengono somministrati con cura e sapienza - possono pompare le endorfine, regalando la stessa sensazione che gli sport possono dare agli atleti. Il partner dominante sentirà che l'adrenalina scorre liberamente regalando sensazioni molto potenti ed intense e, allo stesso tempo, emozioni di affetto.
    Le persone che praticano lo scambio di potere erotico non ne hanno bisogno per raggiungere l'orgasmo, ciononostante hanno bisogno che l'elemento del potere sia presente ed usato nell'ambito della relazione. Sta a noi stessi decidere cosa fare. Non c'è bisogno di copiare gli altri. Non è nemmeno necessario essere d'accordo con quello che fanno gli altri. Si tratta di esplorare i confini della propria mente ed immaginazione in un ambiente sicuro. Per molte persone lo scambio di potere erotico non si riduce al sesso, ma è uno stile di vita. La maggior parte delle persone che lo praticano lo vivono come qualcosa di molto personale, qualcosa che appartiene a loro.
    Per molti è un modo di esprimere se stessi.
    Sentimenti ed emozioni in relazione allo scambio di potere erotico sono spesso scoperti molto presto, alle volte anche prima delle pubertà, comunque essi possono emergere o svilupparsi anche in momenti successivi. Spesso le persone che scoprono questi sentimenti in loro stessi dopo aver attraversato un periodo difficile della vita, come un divorzio.
    Questo è probabilmente causato dal fatto che certi eventi inducono le persone a valutare tanto la propria persona che l'ambiente in cui vivono. Nel contesto dello scambio di potere erotico, questi sentimenti avranno quasi sempre delle connotazioni sessuali e potrebbero coincidere con il generale sviluppo delle sessualità della persona.
    E' essenzialmente a questo stadio che questi sentimenti non presentano di solito connotazioni esplicitamente dominanti o remissive, ma piuttosto in relazione ad uno scambio di potere di carattere generale. Propensioni alla dominazione od alla sottomissione possono, e probabilmente, coesistono nella stessa persona ed eventualmente (con l'eccezione di coloro che alimenteranno ambedue gli aspetti del loro carattere - switches - ) troveranno la propria direzione.
    Per essere precisi, nessuno è dominante o sottomesso al 100%. Ciò che si evolve è una tendenza a crescere verso una o l'altra direzione della scala, verso la dominanza o la sottomissione. L'ordine di grandezza che questi sentimenti di dominazione o sottomissione possono avere differenti da persona a persona.
    Non è chiara la motivazione che causa queste differenze durante lo sviluppo, anche se aspetti come l'educazione, la libertà di pensiero, la creatività, le origini e la religione sembrano avere una certa influenza.
  • SESSO CON LE SCARPE
    Bdsm e giochi di ruolo
    Gli adoratori della calzatura sono tanti. E di specie diverse. Chi si eccita con i mocassini, chi con le scarpe da ginnastica. Fino ad arrivare all'anfibio borchiato.
    Che sia uno stivale, un sandalo o una scarpa da tennis, l’umile scarpa ha sempre avuto una lunga e nobile vita sessuale. Nel mondo della moda, ciò che indossi sui tuoi piedini racconta molto di te.
    Attraverso le epoche, la calzatura è stata feticizzata almeno tanto quanto i piedi stessi, e le fantasie che esistono sulle scarpe sono estremamente elaborate e varie. Non c’è una proposta che si adatti a tutti i gusti; i fan dei mocassini con le nappe non si ecciteranno mai alla vista di un paio di scarpe da corsa, e più di qualche feticista dello stivale ha ristretto il proprio oggetto del desiderio a particolari marche o modelli.
    Ogni specie di scarpa ha i propri sottintesi erotici. Le scarpe eleganti luccicano di sesso con uomini d’affari con la cravatta buttata di traverso, i pantaloni del vestito slacciati, che si fanno succhiare da sotto la scrivania. Gli scarponi da lavoro sporchi e consumati, d’altra parte, sono più rudi, odorano di operai sudati a petto nudo che nascondono travi nei jeans. Le scarpe sportive sembrano più giovani, fanno pensare a un amichetto o a un compagno di liceo arrapato, mentre le scarpe specifiche per determinati sport, come quelle da calcio, hanno una mistica mascolina tutta loro.
    E sono sicuro che c’è persino qualcuno che si eccita a guardare le scarpe da bowling. Quelli i cui gusti specialistici virano verso gli abiti in gomma venerano gli stivaloni impermeabili alti fino alla coscia o gli scarponi da pompiere. Mentre le scarpe da cowboy parlano da sole, con timbro gutturale.
    Da dove vengono tutte queste perversioni pedonali? Alcune derivano sicuramente dall’infanzia mentre altre scintille scaturiscono da un desiderio erotico verso uno specifico tipo di ragazzi che quello specifico tipo di scarpe simboleggia. Ma se andiamo a vedere fino in fondo, l’appassionato feticismo per le scarpe dovrebbe essere trattato con una considerazione preliminare di fondo: che ci frega da dove viene se mi eccita?
    “Le scarpe hanno qualcosa di molto pubblico e di molto intimo allo stesso tempo – afferma un fan della calzatura – Le scarpe di un ragazzo si modellano sul suo piede, odorano di lui. Se un uomo mi piace, posso persino eccitarmi pensando alla strada che i tacchi delle sue scarpe hanno calpestato».
    Alcuni feticisti trovano erotico indossare essi stessi le scarpe. Un tipo che conosco ha una immensa collezione di Converse All-Star; solo allacciarsene un paio lo fa sentire sexy. Ma per la maggior parte dei patiti del genere, l’adorazione delle scarpe ha una connotazione passiva. Accarezzare e annusare un paio di scarpe calde è quello che molti porcelli della scarpa desiderano, e quelli più porcelli adorano scarpe che siano umide e puzzolenti. Sì, quel tipo che nel mezzo di una orgia mette la faccia nello stivalone di pelle pieno di sudore sta esattamente dove desidera stare.
    Andando sul pesante, l’adorazione professionale dello stivale è uno sport molto popolare negli ambienti leather. I bottom devono accarezzare, baciare e leccare gli anfibi del loro padrone, e quelli che si spingono oltre ogni limite, ne leccheranno le suole. I sottomessi masochisti amano sentire la suola lisa che preme sulla loro carne. Ci sono persino degli appassionati lustrascarpe sadomaso che vi luciderebbero le scarpe per il solo gusto di farlo.
    Alcuni giochi legati alle scarpe sono più direttamente centrati sull’apparato sessuale, naturalmente. Molti perversoni usano una scarpa come aiuto per la masturbazione, carezzando la loro erezione con la sua pelle, a volte schizzando il loro orgasmo nell’interno. E i fanatici del bondage sono famosi per usare gli stivali come pesi da legare alle palle, con i lacci annodati stretti intorno allo scroto teso.
    Da un lato è giusto dire che ogni cosa fabbricata dall’uomo probabilmente porta piacere sessuale a qualcuno. Dall’altro è evidente che ci sono intere legioni di adoratori delle scarpe che amano ciò che separa i piedi dal terreno. A loro non possiamo che dire: se vi piace, just do it!
    http://www.gay.it/sesso/news/sesso-con-le-scarpe
  • Adult Baby Nursery
    Bdsm e giochi di ruolo
    Avete mai sentito parlare di Adult Baby Nursery? Si tratta di infantilismo parafilico, meglio denominato come autonepiofilia. Si tratta cioè, di un particolare feticismo che spinge l'adulto verso una condizione di regressione infantile, in cui vengono messi in atto specifici comportamenti neonatali in contesti appositamente strutturati—come ad esempio bere del latte dal biberon in una stanza allestita per un neonato, emettere suoni verbali pari alle lallazioni specifiche della prima infanzia, o indossare ed usufruire del comodo servizio del pannolino. L'eziologia di questo feticismo non è ancora ben chiara, sebbene recenti ricerche stiano indagando le connessioni su questa nuova parafilia e altre condizioni quali la cronofilia, gerontofilia o pedofilia—i primi risultati non evidenziano particolari connessioni di reciprocità e i fenomeni sembrano essere ben distinti tra loro.

    La descrizione dell'evento è molto chiara, "Benvenuto nella edizione natalizia di AB Nursery, il primo asilo per AB in Italia. Un posto sereno e giocoso a disposizione di tutti i bambini adulti italiani che vogliano trascorrere del tempo giocando, cantando, ascoltando storie e interagendo con le maestre. Nel pieno rispetto dei loro desideri da bambini, e senza pregiudizi o paure.In un ambiente creato a misura di AB e dove ognuno possa sentirsi coccolato e sostenuto, e proprio agio. Saranno accolti bambini/e per un massimo di 6 per appuntamento. Se qualche cosa non dovesse esserti chiara, chiedi pure alle maestre, saranno felici di aiutarti a capire."

    Vengono poi riportati gli orari della giornata dell'evento, "Accoglienza, giochi e canzoncine, pappe e coccole, cambio e igiene, giochi e saluti," e anche cosa devi portare con te, "un cambio di vestiti completo, calzini antiscivolo, almeno due pannolini della tua taglia, il ciuccio ed il tuo biberon preferito, il tuo bavaglino, il tuo teddy del cuore, ma solo se non hai problemi in caso un bimbo voglia giocarci."

    Un'ultima informazione riportata sull'evento riguarda la sfera dei contatti sessuali: durante il cambio del pannolino, potrebbe esserci un contatto con le parti genitali, ma—sottolineano—"nessuna delle maestre è autorizzata o desidera masturbarti in alcun modo. Il tocco e la cura saranno limitate alle coccole, al lavaggio, ed alla cura delle parti intime.

    La versione integrale dell’articolo si trova qui:
    https://motherboard.vice.com/it/article/9aq7g3/adult-baby-nursery-un-viaggio-nellitalia-della-regressione-infantile

    Per gli interessati: in Italia gli asili nido per adulti per sono presenti a Roma, Milano, Verona, Napoli
  • 8 marzo. Auguri a tutte le Donne!
    Very important
    Come ogni anno, è arrivato il momento di acchiappare le mimose e celebrare la Giornata internazionale della donna. L'8 marzo non è solo un'occasione per ricordare la bellezza, la sensibilità, la dolcezza e il coraggio dell'universo femminile. E' anche e soprattutto un'opportunità per omaggiare quelle donne che nel mondo sono ancora vittime di discriminazioni e violenze.

    L'idea di una giornata internazionale della donna nasce nel febbraio del 1909 negli Stati Uniti, su iniziativa del Partito socialista americano. L'anno seguente, nel 1910, la proposta venne raccolta da Clara Zetkin a Copenaghen, durante la Conferenza internazionale delle donne socialiste.

    Dai documenti del congresso non sono chiare le motivazioni che spinsero alla scelta di quella data, l'8 marzo, e in realtà e fino al 1921 i singoli Paesi scelsero giorni diversi per la celebrazione. È solo in occasione della Seconda conferenza delle donne comuniste (Mosca, 1921), che viene proposta e approvata un'unica data per le celebrazioni, in ricordo della manifestazione contro lo zarismo delle donne di San Pietroburgo (1917).

    LA MIMOSA. La scelta dei fiori gialli della mimosa risale invece al 1946: le organizzatrici delle celebrazioni a Roma cercavano infatti un fiore che fosse di stagione e costasse poco: la mimosa, appunto.
  • PASSWORD: FINDOM
    Bdsm e giochi di ruolo
    Qualcuno potrebbe obiettare, scherzando ma non troppo, che in fondo si tratta della prassi del rapporto di coppia, piuttosto che di una perversione. Ma la Financial Domination (abbreviata in Findom), in cui l’uomo prova piacere sessuale nel farsi portare sull’orlo della rovina economica da una donna, in gergo money mistress, è invece considerata una pratica del binomio dominazione/sottomissione, parte fondamentale del Bdsm. Anche per chi fa parte di questo ‘mondo’ la dominazione finanziaria è un argomento tabù, forse perché, a differenza di tante altre ‘discipline’, anche in assenza di un rapporto sessuale, o in generale fisico tra i protagonisti, può essere davvero pericolosa per il portafogli.

    BANCOMAT UMANI
    A differenza di altre pratiche legate al sesso, qui c’è tanto masochismo, ma solo da parte dell’uomo, mentre alla donna rimane, si fa per dire, il piacere sadico di prosciugargli il conto in banca. Non è certo un caso se gli uomini in gergo sono chiamati money slave (schiavi del denaro), pay pig (porci che pagano) o human Atm (bancomat umani). Nella Findom, che ha molto in comune con la Femdom, la donna diventa un essere superiore da soddisfare, la dea cui ogni ordine deve essere esaudito, l’unica padrona delle azioni dell’uomo. Lo schiavo non vuole sesso in cambio, ma ricerca solo la dominazione, la sottomissione mentale da parte di una donna che lo costringe a spendere più soldi possibili. Il pay pig prova piacere, anche sessuale, ma nell’atto di riempire la sua money mistress di regali e denaro.

    DOMINATI IN TRE MOSSE
    Come si può leggere sul sito Findom.com, sono tre le parti della dominazione finanziaria: regali, decime e tributi. I regali fanno parte delle responsabilità di uno schiavo fedele e devoto alla sua padrona, che quando ha voglia di riceverne uno non deve far altro che chiedere. Ma sono le decime la reale dimostrazione di sottomissione da parte del money pig, che è tenuto, ogni volta che riceve lo stipendio, a versare il 10% sul conto della mistress: per questo il giorno della paga è il più atteso del mese. I tributi sono invece offerte libere, regali e somme di denaro che l’uomo sceglie spontaneamente di donare alla padrona per dimostrare la sua fedeltà e sottomissione.
  • Da Giotto a De Chirico
    Artistic spirit
    Ho dedicato mezza giornata all’arte, visitando la mostra “Da Giotto a De Chirico. I tesori nascosti” al castello Ursino. E stata una mattinata ricca di emozioni nell’ammirare la bravura e la passione espressa nelle pitture dei vari artisti. Ho avuto la riconferma che la tecnica del contouring del viso, che va molto di moda negli ultimi anni, era stata già usata anche nel tredicesimo secolo (e pure prima) 😜. Vivamente consigliata agli appassionati dei capolavori dei più importanti raccolte private italiane.
  • Price
    Le chicche nelle tournée
    - Buongiorno, sei Mistress Jolly?
    - Buongiorno, si.
    - E quanto costa il tuo annuncio?
    - Mi vuoi dare una mano con i pagamenti? 😍😉😂
  • Pensieri stupendi
  • No comment 🤗
    Le chicche nelle tournée
    - Ciao, ce l’hai lo strapon?
    - Ciao, certo che no. Vado tutti i giorni al supermercato per comprare le banane ed i cetrioli 🍌🥒😉
  • Auguri a tutti gli innamorati!
    Very important
    San Valentino, detto anche san Valentino da Terni, o san Valentino da Interamna (Terni, 176 circa – Roma, 14 febbraio 273), è stato un vescovo e martire cristiano.

    Venerato come santo dalla Chiesa cattolica, da quella ortodossa e successivamente dalla Chiesa anglicana, è considerato patrono degli innamorati e protettore degli epilettici.

    La più antica notizia di san Valentino è in Martyrologium Hieronymianum, un documento ufficiale della Chiesa dei secc. V-VI dove compare il suo nome e anniversario di morte. Ancora nel secolo VIII un altro documento, Passio Sancti Valentini, ci narra alcuni particolari del martirio: la tortura, la decapitazione notturna, la sepoltura a Terni ad opera dei discepoli Proculo, Efebo e Apollonio, il successivo martirio di questi e la loro sepoltura.

    La festa di san Valentino ricorre annualmente il 14 febbraio, ed oggi è conosciuta e festeggiata in tutto il mondo. È molto probabile che le sue origini affondino nel IV secolo, per sostituire la festa pagana dei Lupercalia, gli antichi riti pagani dedicati al dio della fertilità Luperco: questi riti si celebravano il 15 febbraio e prevedevano festeggiamenti sfrenati ed erano apertamente in contrasto con la morale e l'idea di amore dei cristiani. In particolare il clou della festa si aveva quando le matrone romane si offrivano, spontaneamente e per strada, alle frustate di un gruppo di giovani spogli, devoti al selvatico Fauno Luperco. Anche le donne in dolce attesa si sottoponevano volentieri al rituale, convinte che avrebbe fatto bene alla nascita del pargolo. Per "battezzare" la festa dell'amore, il Papa Gelasio I nel 496 d.C. decise di spostarla al giorno precedente - dedicato a San Valentino - facendolo diventare in un certo modo il protettore degli innamorati.
    Tale tradizione fu poi diffusa dai benedettini, primi custodi della basilica dedicata al santo in Terni, attraverso i loro monasteri prima in Italia e quindi in Francia ed in Inghilterra. Molte tradizioni legate al santo sono riscontrabili nei paesi in cui egli è venerato come patrono.

    La figura di Valentino come santo patrono degli innamorati viene tuttavia messa in discussione da taluni che la riconducono a quella di un altro sacerdote romano, anch'egli decapitato pressappoco negli stessi anni.

    Feste in Italia
    La città del santo, Terni, invoca san Valentino come principale patrono, numerosi eventi e celebrazioni sono organizzati nel corso del mese di febbraio, il più noto è probabilmente la festa della promessa, la domenica precedente il 14 febbraio, in cui centinaia di giovani vengono a Terni in vista del loro matrimonio nei mesi seguenti.

    Tuttavia, san Valentino è celebrato anche in altri comuni italiani.

    Il bel paesino di Panchià (TN) lo festeggia come patrono della parrocchia. A Pozzoleone in provincia di Vicenza, la domenica precedente e successiva al 14 febbraio si svolge la cinquecentenaria fiera di S.Valentino, una delle fiere storiche più antiche del Veneto. In provincia di Verona il paese di Bussolengo lo invoca come santo patrono. Qui si svolge, ormai da più di cinquecento anni, la Fiera di San Valentino nella settimana a cavallo del 14 febbraio, ed è la festa principale e caratterizzante di Bussolengo, inizialmente del bestiame, poi diventata gradualmente esposizione di numerose macchine agricole e ora anche di automobili. La festa si protrae per più di un mese grazie alla presenza, consolidata nei decenni, di un esteso Luna Park, con stand enogastronomici e altre attività che si sono aggiunte negli anni, come l'organizzazione in tensostrutture di spettacoli ed una porzione di fiera commerciale al coperto. Patrono del paese di Sadali (CA), considerato protettore dei matrimoni, san Valentino, la cui chiesa fu forse edificata da monaci bizantini, viene qui ricordato non a febbraio, ma ad ottobre e la festa sarda dura tre giorni. Il santo è anche patrono del paese lucano di Abriola (PZ) e di Vico del Gargano in provincia di Foggia.

    In provincia di Brescia il paese di Breno lo invoca come patrono ed è festeggiato a Cossirano, la frazione di Trenzano. È festeggiato inoltre a Quero in Provincia di Belluno: in un pendio annesso all'oratorio, dopo la messa, vengono fatte rotolare delle arance che i fedeli cercano di raccogliere prima che finiscano nel canale sottostante. Si onora come patrono anche nella cittadina che dal santo trae il proprio nome San Valentino Torio (SA) e durante i festeggiamenti c'è la sagra della purpetta e' pastenaca (polpetta di carote). In provincia di Teramo il paese di Fano Adriano lo invoca come patrono, e dove fino agli anni '90 veniva festeggiato la prima settimana di settembre.

    È anche il patrono del paesino "Chiasiellis di Mortegliano" in provincia di Udine, è raffigurato da una statua di un prete molto giovane, e si festeggia la prima domenica dopo il 14 febbraio. Festeggiato a Zoppola (Pordenone) con consegna di una candela da accendere durante i temporali che scongiura grandine e tempeste Inoltre è patrono anche della città di Limana, un paese in provincia di Belluno dove ogni anno si festeggia con una festa in piazza. È il patrono anche di Quinto di Treviso (TV) che lo festeggia con una bella festa in piazza che dura una settimana. I festeggiamenti sono dedicati ai bambini, con giostre, frittelle e tanti giochi. La festa si conclude il sabato o la domenica successivi al 14 febbraio con una bella sfilata di carri mascherati.

    (Wikipedia)
  • Dedicato agli uomini furbi, che fanno finta di non capire ;)
    Pensieri stupendi
    “Non ho mai giudicato le donne che aspirano a una vita migliore, anzi, non capisco quegli uomini che si lamentano che le donne necessitano solo di soldi.. Dopo tutto, la maggior parte degli uomini viene attratta da una donna ordinata, vestita bene, dai suoi capelli lunghi e luminosi, dal suo piacevole profumo, dalle mani morbide e curate.. Si dice che la bellezza richiede il sacrificio.. Sciocchezze! La bellezza richiede i soldi!” 
    - Karl Lagerfeld

    "I never judged women who are looking for a good life.I just don't understand men who complain that women want only money... And after all men look at the well-groomed ladies in elegant dresses,with long hair,chic perfume and neat manicure on their hands.. They say "The beauty requires sacrifices." Nonsense! The beauty requires money!"
    
-Karl Lagerfeld.

  • Foto
    Le chicche nelle tournée
    - Ciao, sei Mistress Jolly?
    - Buongiorno, si.
    - Le foto sono tue?
    - No, sono della mia nonna (pace all’anima sua, mi perdonerà 😊). Mi ha lasciato il patrimonio artistico-culturale.
    - Ah, ok. È una foto tua dov’è che posso vedere?
    - 😳😳😳
    È stato talmente serio, che ha quasi fatto venire i dubbi anche a me 😱😂😂
  • Cazzeggiando
  • Ciao
    Le chicche nelle tournée
    - Ciao, come stai, cosa stai facendo?
    - Ciao, sto bene, grazie.
    - È tutto chiaro, ciao.
    - 😳😳😳
    Accidenti, ottima conversazione. Mi ha toccato l'anima ☺️
  • Cazzeggiando
  • Tour
    Very important
    Il mio website personale È SEMPRE PIÙ AGGIORNATO di qualunque altro sito pubblicitario dove metto gli annunci 😉. Per essere sicuri sulle date dei miei spostamenti vi consiglio d’entrare direttamente qui ☺️
  • Bedda :)
    Pensieri stupendi
  • IL PARCO DEI PENI: VIAGGIO NELL’OASI VERDE PIENA DI SCULTURE FALLICHE
    Curiosità
    L’Haesindang Park, meglio noto come Penis Park (il parco del pene), si trova a Sinnam, nella Corea del Sud, ed è un’oasi verde interamente dedicata all’organo genitale maschile.

    Le sculture che si trovano nel parco, tutte rigorosamente di forma fallica, sono in pietra, legno e molti altri materiali. Inoltre, l’Haesindang si riconosce da lontano grazie a un grande faro rosso a forma di pene.

    Il parco, nonostante le opere, è accessibile a tutti proprio per la particolare connotazione artistica. La sua nascita è legata a una leggenda che narra la storia di una coppia di giovani sposi: i due vivevano in un villaggio di pescatori vicino l’Haesindang Park e non riuscirono a consumare il matrimonio a causa della prematura morte della giovane sposa.

    In seguito al tragico evento i pescatori andarono in mare ma non presero niente: pensarono allora che lo spirito della giovane, che non aveva consumato il suo matrimonio, avesse influenzato l’esito della pesca.

    Per questo motivo i pescatori crearono delle sculture di forma fallica per rendere omaggio alla giovane donna. Successivamente la pesca riprese più ricca di prima.
  • Jolly la indovina ;)
    Le chicche nelle tournée
    - Pronto, dove devo venire?
    - Non ti so rispondere 🤷‍♀️, sono ancora una novizia all’Accademia di Magia. Ma se è una cosa urgente, puoi chiamare Harry Potter 🎩.
  • Amore al primo morso
    Cazzeggiando
  • Moderazione
    Very important
    Le masturbazioni mentali nel mio Guestbook non sono né gradite, ne accettate. Di conseguenza saranno eliminate 🤗
  • Modernizzazione
    Cazzeggiando
  • Sulla scia del Natale
    Le chicche nelle tournée
    - Pronto, sei una Mistress?
    - Buongiorno. No, sono Babbo Natale 🎅
    - Ah, va be’, ciao.
    - 👏

  • TICKLING, QUANDO IL SOLLETICO DIVENTA EROTICO
    Bdsm e giochi di ruolo
    Tickling, la pratica erotica che usa il solletico come mezzo per il piacere. Più soft del sadomaso, questo gioco si basa su meccanismi di sottomissione decisamente meno rigidi, ma tutto dipende da quando i partner siano coinvolti nella pratica e dal rapporto che c’è tra loro. Ecco tutto quello che c’è da sapere sul “solletico erotico”.

    Soffrite il solletico? Allora probabilmente il tickling è ciò che fa per voi: si tratta di una “fase preliminare” molto stuzzicante e con una forte carica sessuale a cui non è detto che segua un rapporto completo. Vi sembra strano? Eppure non lo è, anzi, al contrario di quanto potete immaginare questa è una pratica sessuale molto diffusa, che viene spesso definita knismolagnia, termine usato appunto per indicare il tipo di stimolazione erotica che avviene durante questa fase “di gioco”.

    Il solletico, a quanto pare, è una delle forme di intimità fisiche più profonde che tende a instaurarsi nell’intimità di una coppia, ma non è propriamente una cosa da “sesso mordi e fuggi”, anzi, molto spesso viene sperimentata dalle coppie di lunga data, desiderose di ritrovare quella complicità sessuale che spesso nel tempo si perde. L’obiettivo del tickling, dunque, è quello di sedurre e stuzzicare il partner con gesti molto lenti delle dita, ma che viene anche praticata con la lingua o con l’ausilio di altri oggetti. Una pratica che all’estero va molto di moda e che non sempre, a dire la verità, sfocia in un rapporto completo.

    E se scappa qualche risata? Ancora meglio! La risata non fa che potenziare il piacere di questa pratica, anche se apparentemente la cosa può sembrare bizzarra o poco sensuale. Ciò che piace del tickling è che è allo stesso tempo un’esperienza piacevole ma anche un po’ fastidiosa, ed è proprio il connubio tra due sensazioni opposte a provocare piacere.

    Il solletico, in realtà, rappresenta una versione del sadomaso ma più soft, giocosa e rilassante, dato che comporta una sorta di sottomissione e l’abbandono di qualunque inibizione, tutte caratteristiche che lo rendono un gioco erotico molto coinvolgente, soprattutto per gli amanti del feticismo e in generale dei rapporti di dominazione. Insomma, il tickling può rivelarsi un gioco erotico dolce e divertente, ma anche qualcosa di molto più provocante…
  • La Mistress da te chiamata non è al momento raggiungibile
    Very important
    ISTRUZIONI PRELIMINARI 📜
    Se momentaneamente non siete riesciti a contattarmi, la spiegazione è una sola: la Diavolessa non e al momento disponibile. Nel frattempo cosa vi propongo di fare?
    1). Spedire 1 sms per complimentarvi con la sottoscritta ☺️. Se non volete essere inceneriti della mia ira, l’sms deve essere soltanto UNO, e non uno ogni 5 minuti 😏
    
2). Spedire il bonifico bancario sul mio conto 😉. N.B.: non ce bisogno di chiedermi il permesso, avete la mia totale l’approvazione 😜
    3). Fare il dono, caricando la mia paypal o il telefono 🤓
    
4). Evocare la Belva più tardi 😀
  • Rivolto a tutti
    Very important
    Nel mio sito troverai:
    Adorazione ascelle, adorazione corpo, adorazione piedi, adorazione scarpa, anal worship, animal play, ball-busting, bastinado, belting, BDSM, bondage, but plugs, calci, calpestamenti, caning, castità, cbt, cera, costrittori, dangling, deprivazione, dildi, dog-play, Dom, facesitting, femminilizzazione, fisting, footjob, fursuiting, fustigazioni, giochi dannunziani, giochi di ruolo, Immobilizzazione, latex, licking, medical, Mistress padrona, mummificazione, negazione, paddling, pesi e morsetti, piccole trasgressioni, pinze, pinze capezzoli, pissing, pony-play, punizioni, slapping, sniffing, smothering, solletico, spanking, spitting, sputi, strap-on, strapping, tickling, torture, torture dei capezzoli, trampling, travestimenti, umiliazione pubblica, umiliazione verbale, unghie, venerazione.
  • Cazzeggiando
  • 30 notizie curiose per impressionare tutti
    Curiosità
    Ci sono notizie che nessuno sa o che non si è mai chiesto, e che abbiamo deciso di riunire per formare una lista che vi trasformerà in un’enciclopedia vivente. Quante ore passa un umano fermo al semaforo? Quante cose meravigliose si possono fare con un foglio di carta? I biscotti possono raggiungere la luna? Sono solo alcune delle domande a cui abbiamo risposto.

    Tutti fatti reali, da utilizzare ogni qualvolta vi trovate senza nulla da dire (vedrete che dibattiti importanti scatenerete) o avrete voglia di impressionare gli amici. La guida definitiva alle curiosità del nostro strano mondo.

    1. I croissant sono originariamente austriaci e non francesi.

    2. In un mazzo di carte, il re di cuori è l’unico senza baffi.

    3. In media le persone spendono in totale due settimane di vita aspettando il semaforo verde.

    4. Prima della gomma si usava il pane per cancellare i segni della matita.

    5. A proposito di matite: contengono abbastanza grafite per tracciare una linea di 55 chilometri.

    6. Il cioccolato al latte era inizialmente venduto come medicinale.

    7. Non si può piegare un foglio A4 a metà più di sette volte.

    8. Impilando tutti i biscotti Oreo prodotti nel mondo, si raggiungerebbe la luna e si tornerebbe indietro circa cinque volte.

    9. I trailer dei film erano inizialmente riprodotti dopo il film, da qui il nome (che in inglese significa anche “seguire”).

    10. Servono 27 mila alberi per tenere il passo della richiesta mondiale di carta igienica.

    11. Tutte le batterie del mondo potrebbero essere sufficienti ad alimentare il bisogno mondiale di energia per soli dieci minuti.

    12. Il primo prodotto al mondo ad avere il codice a barre è stato un pacchetto di gomme da masticare Wrigley.

    13. Ogni giorno vengono prodotti più di 400 milioni di M&MS.

    14. Il nome intero di Barbie è Barbara Millicent Roberts.

    15. Aggiungere sale all’ananas lo rende più dolce.

    16. Esistono più fenicotteri di plastica che reali.

    17. Lo yo-yo si chiamava inizialmente bandalores.

    18. La compagnia giapponese YKK produce più del 90% delle cerniere mondiali.

    19. Costerebbe di più riempire il serbatoio di un jet A 747 che comprare il jet stesso: contiene fino a 238.480 litri di benzina.

    20. Riciclare una lattina di alluminio consente un risparmio d’energia equivalente al guardare la tv per tre ore.

    21. Il miele è l’unico alimento che non va mai a male, ma su 20mila specie di api soltanto quattro producono miele.

    22. I Lego prodotti nel 2012 potrebbero girare intorno al mondo diciotto volte.

    23. L’acqua tonica brilla nel buio.

    24. La bandiera degli Stati Uniti fu disegnata da uno studente di 17 anni, Robert G. Heft, come parte di un progetto scolastico. Il voto assegnatoli fu B-.

    25. L’accendino fu inventato prima dei fiammiferi.

    26. La pillola anticoncezionale ha effetto anche sugli scimpanzé.

    27. Il 99% dell’oro presente sulla terra si trova nel suo centro e non è estraibile. Se potessimo appropriarcene, saremmo probabilmente in grado di ricoprire il pianeta con uno strato d’oro di quasi mezzo metro.

    28. La prima webcam aveva il compito di controllare il livello di una caffettiera all’Università di Cambridge.

    29. Le arachidi sono legumi e non frutta secca.

    30. Il velcro è ispirato alle piante che restano attaccate ai vestiti, come quelle di montagna. Un esempio è il cardo alpino.
  • Le verità che non ti aspetti sul dominio e la sottomissione
    Bdsm e giochi di ruolo
    Il romanzo 50 sfumature di grigio ha riportato sotto i riflettori un argomento affascinante e controverso: i giochi erotici di dominio e sottomissione. Con l'aiuto di due esperti abbiamo indagato oltre le apparenze, i tabù, i pregiudizi e le leggende
    Frustini, candele, corde, dominio e sottomissione. La trilogia 50 sfumature ha ridestato la curiosità per i giochi erotici di potere. E il relativo dibattito. Qualcuno né è spaventato e le reputa pratiche "perverse", chiamandole semplicemente "sadomaso". Qualcun altro ne è affascinato ed eccitato, e forse vorrebbe avventurarsi in qualche sperimentazione. Di certo, attorno all'argomento gravitano tabù, pregiudizi, ideali e leggende.

    «Ciò che fa paura dell’eros estremo in generale non è la realtà di queste pratiche ma le strane idee che ne abbiamo, e che derivano da un miscuglio di preconcetti, stereotipi (sbagliati) mediatici e mancanza o eccesso di immaginazione» commenta Ayzad, il principale divulgatore italiano in materia di sessualità alternative. Così, abbiamo deciso di fare qualche domanda a lui, e ad Alberto Caputo, psichiatra e sessuologo, per cercare di capire qual è l'essenza delle relazioni erotiche di dominio e sottomissione, oltre la finzione letteraria e l'immaginario comune. E abbiamo scoperto verità inattese.

    - Non sono giochi per persone "strane"

    Infatti, «l'istinto di dominio e sottomissione è naturale e fa parte di un corredo evoluzionistico che garantisce l’adattamento della specie, ed è insito nella nostra biologia. Queste dinamiche sono presenti in gran parte della nostra vita e in ogni tipo di relazione (genitori, scuola, amici, coppia). Quando vengono intellettualizzate, rielaborate e sessualizzate, creano una dimensione di gioco e di eccitazione, che va oltre il puro aspetto di dominanza e assume aspetti creativi» spiega Caputo. «E che si possono esprimere in modo più o meno esplicito, dichiarato o consapevole nella sessualità di ognuno» aggiunge Ayzad.

    - Sono giochi per Adulti con la A maiuscola

    Spesso ci si immagina che chi prova piacere nell'essere sottomesso, o nel dominare il partner, sia una persona fragile e immatura, ma è tutto il contrario.

    «Perché questi giochi siano vissuti e praticati in modo positivo, occorre che i partner siano persone realmente mature, consapevoli di sé stesse, responsabili» sottolinea Caputo.

    Inoltre, per quanto possano apparire sregolati, «i giochi di dominio e sottomissione hanno delle regole ben precise: devono essere sani, sicuri e consensuali, e ci deve essere una parola di sicurezza che, se pronunciata, interrompe immediatamente il gioco. Sono assolutamente necessari dialogo e rispetto reciproco. Il resto è (bellissima) esplorazione» aggiunge Ayzad.

    - Non fanno male (al corpo)

    I giochi di potere, di autorità e BDSM (acronimo per Bondage & Discipline, Sottomissione e Masochismo, n.d.r ) «sono a tutti quei giochi erotici in cui un partner si affida totalmente alla volontà dell'altro, che possono andare da una sensuale e sottilissima complicità alla ricerca metodica dei limiti e delle possibilità più estreme del corpo e della mente umani» spiega Ayzad.

    Il dolore fisico quindi non è necessario per definire un gioco di dominio e sottomissione, come forse in molti si aspetterebbero, e l'estremo è solo una delle possibili sfumature. A ognuno trovare la propria.

    - Non fanno male (alla mente)

    «Una volta che si entra in contatto con queste dinamiche umane profonde - spiega Caputo - si ha un ampliamento dei propri orizzonti in termine di consapevolezza, di libertà di azione e pensiero. La possibilità che abbiamo di astrarre questi meccanismi universali e di giocarli in un ambiente protetto con una persona di cui ci fidiamo, apre la mente, permettere di conoscere ed esprimere sé stessi, e spesso rappresenta un arricchimento sia per l'individuo che per la coppia, attraverso un legame davvero intimo».

    - Sono romantici

    E raramente sono giochi svincolati da un legame sentimentale «proprio perché l'intesa, la fiducia, l'intimità e il dialogo necessari a renderli un'esperienza positiva sono anche gli elementi fondanti della coppia» spiega Caputo. «Fare un gioco erotico in cui ci siano esplicite dinamiche di dominio e sottomissione - aggiunge Ayzad -significa semplicemente prendere sul serio questa frase che prima o poi si dicono tutti gli innamorati: fammi tutto quello che vuoi. E se non è romantico questo...».

    - Non è (solo) il dominante che comanda

    Dimenticate l'idea di una volontà piegata in modo crudele alla legge del più forte.

    Come spiega Caputo, infatti «dominare significa guidare il gioco, prendersi la libertà, ma anche e soprattutto la responsabilità di scegliere che tipo di sensazioni far provare al partner, mantenere alto il livello di eccitazione; sottomettersi, invece, vuol dire affidarsi al partner durante il gioco, abbandonarsi alle sensazioni e prendersi la libertà di lasciarsi andare. Questi giochi, che si basano su dinamiche di controllo, possono essere molto eccitanti e rilassanti perché permettono di sganciarsi da ruoli e contesti quotidiani e di esprimere liberamente parti di noi che altrimenti rimarrebbero represse».

    Inoltre, «ciò che rende un gioco ben riuscito è il fatto che i partner interagiscano in modo da far fluire e incanalare l'energia che nasce da emozioni, sensazioni, fantasie» aggiunge Ayzad. Insomma, è un gioco di squadra, in cui i partner giocano semplicemente ruoli diversi.

    - Non è un fenomeno di nicchia

    Come racconta Ayzad, «ad oggi sono stati stimati bene 4,5 milioni di praticanti del BDSM solo in Italia»: vuol dire poco meno del 10%. In più, c'è da calcolare un "sommerso" di coppie che praticano inconsapevolmente qualche gioco di dominio sottomissione. Un esempio? Farsi bendare durante il sesso.

    - Alle donne piace di più

    Se qualcuno immagina questo genere di giochi come uno strapotere e un desiderio maschile egoistico a cui la donna si sottomette, sarà costretto a ricredersi.

    Come spiega Caputo infatti «questo tipo di erotismo si basa in gran parte sull'eccitazione mentale, il che lo rende più affine alla sessualità femminile, per cui questa dimensione è predominante, oltre che necessaria. Inoltre, le donne sono più inclini a questo tipo di giochi perché hanno una capacità di intellettualizzare le pulsioni sessuali molto più articolata e vasta rispetto all'uomo. Più si investe sul desiderio e l'elaborazione delle fantasie, prolungando e mantenendo alta l'eccitazione mentale, più il rapporto sessuale viene valorizzato per la donna»
  • Cambio domini
    Very important
    Attenzione! I miei vecchi domini non sono più attivi. I domini attuali sono: Mistressjolly.vip, Mistressjollyvip.com. Gli utenti, interessati all’Area Riservata, devono registrarsi di nuovo. Consideratela come una piccola sottomissione, regalata da parte mia ;).
    Grazie per la comprensione:).
    Mistress Jolly
  • Giochi di ruolo: 6 consigli per notti bollenti all'insegna della passione
    Bdsm e giochi di ruolo
    1. Scegliete il gioco di ruolo perfetto per voi e preparate la sceneggiatura
    Qualsiasi sia la vostra scelta, per un gioco di ruolo con i fiocchi potete arricchire la sceneggiatura con i dettagli. Inoltre, conoscere bene il ruolo che andrete a "interpretare" può darvi ancora più sicurezza e renderlo più intrigante. Fiocchi neri, maschere, costumi, luci, tutto contribuirà a rendere la vostra serata davvero bollente!
    2. Se non avete tempo per organizzare un gioco di ruolo...improvvisate!
    In base a quelle che sono le vostre preferenze, potreste anche decidere semplicemente la trama del gioco di ruolo, senza troppi fronzoli, e poi lasciarvi andare all'improvvisazione, agendo e reagendo in base allo sviluppo della situazione. Se all'inizio vi sentirete impacciate, non vi preoccupate, con la pratica acquisirete sicurezza e vi sentirete libere.
    3. Riflettere prima di agire: giochi di ruolo sì, situazioni scomode no!
    Cercate di prevedere anche ciò che proprio non volete che accada. Si tratta di un gioco e, come tale, ha lo scopo di farvi divertire. Dite quindi no a situazioni o azioni che possono farvi sentire a disagio e non fate nulla che non vi sentiate in grado di fare. E se in corso d'opera vi rendete conto che la situazione vi sta scomoda, dite basta, è semplice ;)
    4. Come scegliere il gioco di ruolo da fare? Scendete a compromessi
    Quale gioco di ruolo scegliere? Ovviamente uno che piaccia a entrambi. Non è detto che la scelta sarà facile, perché le fantasie erotiche variano moltissimo da persona a persona. Cercate di trovare un compromesso che unisca entrambe le idee, oppure, alternatevi, cercando di venirvi incontro il più possibile. L'amore è questo, no?
    5. Tenete in considerazione i desideri del partner
    Anche i piccoli dettagli contano. Ci sono cose che a voi possono sembrare piccolezze e che si rivelando, invece, importanti per l'altra persona. Un esempio? Se per caso vi dice che vuole assolutamente che indossiate un rossetto rosso, non state a sindacare sul come, o sul perché, prendete un rossetto rosso e fatelo contento. Fa tutto parte delle sue fantasie, no? Se poi vi chiede un travestimento da scimmia, avete tutto il nostro sostegno dell'avere qualche perplessità :)
    6. Pensate agli accessori, possono fare la differenza durante un gioco di ruolo erotico
    Lingerie, pizzi, merletti, reggicalze, corsetti. Oppure camice larghe, vestiti insoliti, cappelli, maschere. Perché non pensare in grande? Se invece preferite la semplicità optate solo per la "sceneggiatura", in certi casi bastano le parole, la descrizione di una situazione diversa, fingersi chi non si è, chi si vorrebbe essere in quel momento. Quello che conta di più in questi casi è l'immaginazione!
    Ora, una volta approfonditi gli step per organizzare il gioco erotico perfetto, vi lasciamo con qualche spunto per i ruoli, ma ricordate che il consiglio migliore ve lo darà la fantasia!
    Il giardiniere
    Lo scenario
    Lui, giardiniere ingaggiato per sistemare le piante di casa tua, suona al citofono. Tu, fresca di doccia, avvolta in un negligé di seta, vai ad aprire la porta. Vi presentate, iniziate a parlare, la tensione erotica che vi accarezza come la brezza estiva. Lui si mette a lavorare e tu lo osservi, mentre i suoi muscoli si muovono guizzanti sotto la t-shirt. Più aspetterete, più l'elettricità tra di voi sarà palpabile e il desiderio aumenterà.
    Il tema
    Questa fantasia è quella dell'incontro inaspettato, che non pensavi potesse accadere. Ti piaccio, mi piaci: è inutile girarci intorno. Sappiamo già come andrà a finire. Spesso questo è il gioco di ruolo che che dà più soddisfazione, se organizzato a dovere e se non eseguito troppo di corsa.
    Per variare
    Non deve essere per forza un giardiniere: potete optare per un idraulico, un tecnico per il satellite, un elettricista... insomma, potete scegliere voi! Perché no, potrebbe anche essere semplicemente il nuovo vicino di casa che viene a chiedervi se avete dello zucchero...
    L'autostoppista
    Lo scenario
    Potete decidere di sviluppare questa sceneggiatura utilizzando addirittura una macchina, sempre che abbiate a disposizione un luogo non troppo trafficato e isolato in cui fermarvi. L'unico obbligo, per lei, è quello di indossare una gonna (più facile per quando sarà il momento x...) e, in caso siate in una location reale e non ricreata a casa, sarete anche più discrete.
    Il tema
    La promiscuità, il rischio di essere scoperti da un momento all'altro, ma anche il sesso fugace, quello che ti fa pompare l'adrenalina nel sangue. In più, il fatto di essere in un luogo piccolo come una macchina, facilita la crescita di desiderio.
    Per variare
    Scegliete se preferite che sia lui a fare il primo passo o se preferite interpretare la donna intraprendente che non ha paura a prendere quello che vuole, in questo caso l'affascinante uomo al volante che è stato tanto gentile da darvi un passaggio...
    Back to school
    Lo scenario
    Il più classico dei giochi di ruolo. Il professore e la studentessa. Lui che ti ferma per chiederti qualcosa sul tuo percorso di studi, o perché non eri attenta a lezione e... una cosa tira l'altra: scatta l'attrazione fatale e non riuscite a staccarvi le mani di dosso.
    Il tema
    È una delle fantasie che sia uomini sia donne possono condividere: capita infatti spesso che lo studente si infatui del proprio insegnante.
    Per variare
    Oltre a poter cambiare di volta in volta il tipo di materia insegnata, potete anche invertire i ruoli ed essere voi a calarvi nel ruolo della professoressa. Anche in questo caso: valutate voi se essere intraprendenti e "plagiare" il vostro studente o se preferite che accada l'inverso!
    Il servitore
    Lo scenario
    Uno dei due interpreterà il servitore. Colui che non può prendere decisioni a meno che non siano definite dal proprio padrone. Sarà proprio quest'ultimo che avrà in mano le redini del gioco e potrà decidere cosa far dire o fare al proprio sottomesso, che non prenderà alcuna iniziativa ma si accontenterà di eseguire gli ordini senza fiatare.
    Il tema
    L'obbedienza totale. Nonché il vedere la realizzazione di ogni proprio desiderio, che si tratti di un massaggio alla schiena o di soddisfare la voglia di un semplice succo d'arancia.
    Per variare
    Dominatrice e schiavo, regina e servo. Possono cambiare i ruoli e le location, ma la fantasia rimane la stessa. Scegliete se preferite essere voi a dare gli ordini o se preferite eseguirli.
  • Per gli svedesi il coffee break della felicità si chiama… fika
    World Wide News
    I maliziosi potranno anche pensarlo ma la verità è che qui la sfera sessuale non c’entra affatto: fika è il nome che gli svedesi hanno dato alla pausa caffè da ripetere più volte al giorno e che sembra faccia bene a tutti, produttività dell’azienda compresa.

    In Svezia la fika è una tradizione consolidata

    Da tempo ormai in Svezia la fika è diventata un’abitudine irrinunciabile se non una vera e propria prassi obbligatoria. La cosa non dovrebbe stupirci: in tutti i paesi scandinavi la pausa caffè viene vista come un sacrosanto diritto che aiuta a ridurre lo stress da lavoro. Il termine è sia un nome, sia un verbo e deriva dalla parola svedese kaffe (caffè): la fika è quindi una specie di pausa caffè, che però pare c’entri poco con il classico break al bar o davanti alla macchinetta.

    Keep calm and… STOP!

    Non è una scusa per una riunione, né un pretesto per bere un espresso in fretta e furia rimanendo comunque davanti allo schermo del pc o sotto il neon del distributore automatico. La fika è una Pausa con la P maiuscola, fatta di poche regole ma basilari: si prende più volte al giorno in un arco di tempo che va dalle 10:00 e alle 15:00 circa, per sorseggiare un caffè, un tè o un’altra bevanda calda in compagnia dei colleghi, preferibilmente davanti a un dolce e staccando completamente dal lavoro.

    Staccare la spina per favorire un confronto alla pari

    Badate bene, non è solo per il caffè, di cui la Svezia è il terzo consumatore mondiale. A creare le premesse per una pausa produttiva è soprattutto la sospensione momentanea, il tempo del break, di un rapporto influenzato dalle gerarchie sociali. E’ questo il segreto che consente agli svedesi di essere tra i lavoratori meno stressati al mondo. Si scambiano informazioni, si appianano conflitti, si toglie il pregiudizio dalla mente e si promuove la creatività. Persino sul sito di IKEA si legge che alcune delle migliori idee e decisioni avvengono durante la fika.

    E se lo dicono loro…
  • Passione pura )
    Cazzeggiando
  • La pornografia? Una droga
    World Wide News
    La pornografia può provocare una dipendenza simile a quella della droga o dell'alcol. Gli utenti compulsivi di prodotti pornografici mostrano infatti gli stessi segni di dipendenza nella loro attività cerebrale come gli alcolisti o i tossicodipendenti. È quanto emerge da uno studio realizzato dall'Università di Cambridge.
    I ricercatori hanno usato la risonanza magnetica per analizzare l'attività cerebrale di 19 utenti di pornografia che avevano ammesso di avere un problema con la loro abitudine a cercare visioni hard. I soggetti coinvolti nella ricerca erano tutti maschi di età compresa tra i 19 e i 34 anni, molti di loro, nonostante avessero tentato di smettere con questo “vizio”, non vi erano riusciti; la maggioranza di loro per questo motivo aveva perso la propria partner o il posto di lavoro.

    Nella prima ricerca di questo genere, le scansioni cerebrali realizzate con la risonanza magnetica hanno mostrato che una parte centrale del cervello, la stessa che viene stimolata con la droga o con l'alcol nei tossicodipendenti e negli alcolisti, si ''illumina'' quando gli utenti di pornografia compulsivi guardano materiale esplicito. Queste aree del cervello non si attivano invece nelle persone che non erano utenti abituali od ossessivi di film o pubblicazioni porno.

    Lo studio è stato pubblicato sul Sunday Times poco dopo che un’indagine ha riscontrato la fruizione di immagini a sfondo sessuale sia sempre più frequente tra gli adolescenti: il 25% dei giovani tra i 13 e i 16 anni infatti passa molto tempo collegato a siti porno o vietati ai minori di 18 anni. Secondo gli esperti tutto ciò può influire in negativo sull’educazione sessuale in soggetti in fase di sviluppo, spingere i maschi a trattare le femmine come oggetti sessuali e determinare un aumento dei casi di violenza sessuale.
    http://www.informasalus.it/it/articoli/pornografia-droga.php
  • Perversioni sessuali, le tecniche sado-maso più gettonate
    World Wide News
    Non si tratta di una iniziativa lanciata da un sito osè nè di una proposta che proviene da qualche club "a luci rosse", bensì è un'idea dell'autorevole Università americana di Yale, che ha organizzato un weekend interamente dedicato all'argomento "sesso".

    Momento clou della singolare kermesse l'incontro con la famosa sessuologa Jill McDevitt, espressamente centrato sulle "perversioni sessuali".

    L'esperta ha raccolto le testimonianze dei partecipanti, che sono stati invitati a confessare liberamente le proprie fantasie, più o meno messe in atto. 

    Tra esse, il desiderio di farsi pagare per le proprie prestazioni (9% di partecipanti), di praticare sesso con animali (3% dei partecipanti) e anche di mettere in atto rapporti incestuosi.
     
    Le "perversioni" più gettonate rimangono però quelle a sfondo sado-maso, sullo stile di "Cinquanta sfumature di grigio", il famoso best-seller da cui verrà presto tratto anche un film.
    Più della metà degli intervistati ha ammesso ad esempio di aver praticato la pratica del  bondage e confessato di aver provato piacere nell'essere assoggettati, anche con il dolore fisico. 

    Tanto per sgombrare il campo da eventuali malintesi, i ricercatori dell'Università di Yale hanno tenuto a precisare che l'obiettivo dell'incontro non era quello di incoraggiare le persone a intraprendere e portare avanti abitudini sessuali estreme, ma piuttosto quello di identificare e superare i cosiddetti "tabù" dai quali ancora oggi siamo condizionati. “Alcune persone praticano attività che di solito vengono ritenute vere e proprie perversioni – ha dichiarato Giuliana Berry, direttrice del Campus – Il nostro intento è invece quello di accrescere la comprensione nei loro confronti e di andare oltre i luoghi comuni”.

    “Cerchiamo di convincere la gente a mostrare maggiare sensibilità nei confronti della diversità sessuale: non siamo tutti eterosessuali, e neppure persone cosiddette "normali" che amano praticare il sesso standard, nella posizione del missionario”, ha aggiunto la dottoressa McDevitt.
    Troppe persone, a causa delle proprie fantasie, tendono insomma a sentirsi "diverse", addirittura al di fuori della cosiddetta "normalità". In realtà, pare che non ci sia niente di male nel fantasticare, anzi, nè nel praticare qualche piccola trasgressione, ovviamente tra individui maggiorenni e consenzienti!
    http://www.today.it/donna/sesso-perversioni-yale.html
  • Buona Epifania 2018!
    Pensieri stupendi
  • Telefonata intelligente
    Le chicche nelle tournée
    - Pronto. Chi sei? Dove sei? Che fai? Come ti chiami?
    - 😳 Buongiorno, anche io so’ pronta. Nell’annuncio non c’era scritto come mi chiamo? 😇
    - Qualcosa c’era scritto 🤔
    - Cosa?
    - C’era scritto che sei una ragazza
    - 🏆
  • Auguri e Buon 2018!
    Pensieri stupendi
    Auguri a tutto il mondo!
  • Pissing artistico
    Cazzeggiando
    Ho trovato su internet. Bella esibizione ;)
  • Jolly, la cuoca improvvisata
    I fagioli, leggermente affogati al vino di Vendemmia Tardiva e con l’aggiunta della pancetta leggermente affumicata (a crudo). Non pretendo d’essere il Cannavacciuolo (che mi è simpatico assai 😍), ma vi devo dire che il piatto e venuto buonissimo 😋
  • Le chicche nelle tournée
    - Buonasera, fai i massaggi?
    - Buonasera, no
    - Nessun tipo di massaggio?
    - Soltanto prostatico. Da dove mi chiami?
    - Ho cercato escort su Google
    - E poi?
    - Mi è uscito il tuo sito, MISTRESS Jolly 😍
  • Le chicche nelle tournée
    -Ciao amore, hai WhatsApp o Facebook? 👍.
    - Buongiorno, si. Ma per l'uso privato e non lavorativo ☺️
    - Me li puoi dare?
    - Certo che no 😏
    - E come ci vediamo? 🤔
    - 🤐
  • Ricordi
    Estate. Agosto. Lo stabilimento balneare. Prima di andare a casa, entro nello spogliatoio per cambiarmi. Dopo un secondo un individuo del sesso maschile (a giudicare dalla voce ;) bussa alla porta:
    - E occupato?
    - Si, un’attimo per favore
    Passano 3 secondi. La stessa voce:
    - E occupato?
    Faccio finta di non sentire.
    Dopo un po’ (sempre lui 😂)
    - E occupato?
    - No. Sto giocando al nascondino 😜
  • Cazzeggiando
  • Le chicche nelle tournée
    - Per un ora di sessione chiedo tot
    - Ah sì? È quanto dura un'ora di sessione?
  • Le chicche nelle tournée
    - Ciao, ho trovato il tuo sito
    - Buongiorno, mi fa piacere
    - C'è qualche contributo economico? 🤔
    - 😳😳😳 Il formaggio agrattis esiste soltanto nella trappola per i topi. E non sono sicura che è di buona qualità ;)
  • Cazzeggiando
    😂😂😜
  • Le chicche nelle tournée
    - Buongiorno Jolly
    - Buongiorno
    - Qual'e la sessione?
    - 😳😳😳 Non ho capito la domanda
    - Cosa facciamo?
    - Ti andrebbe la partitina a scacchi? 🤔
  • Le chicche nelle tournée
    -Ciao, ho visto qua.
    -Ciao. Cosa hai visto e dov'è qua? 😳
    -Non c'è qua? Allora ho sbagliato il numero, mi scusi.
  • Cazzeggiando
  • Le chicche nelle tournée
    -Ciao, 6 Jolly?
    -Buongiorno, si 😊
    -Stai a Cosenza
    -Si
    -Il sesso e compreso?
    -😱 No 😀
    -E come vengo?
    -Visto che sta piovendo, ti consiglio di prendere la macchina 😏
  • Le chicche nelle tournée
    - Sono un amante dei collant.
    - Mi fa piacere, anche io.
    - Ma hai capito cosa sono i collant?
    - Mi sa di sì. Conosco anche la parola autoreggenti 😜
  • ;)
    Pensieri stupendi
    Nell’ultima frase mi riconosco in pieno 😉
  • Piacevole conversazione
    Le chicche nelle tournée
    - Buonasera Signora. Voglio venire a trovarLa.
    - Buonasera, da dove mi chiami?
    - Dal centro d'Italia.
    - Io per il momento non c'entro niente col centro 😳
    - Non c'entra con centro? Allora non ho fatto centro. Buonasera 😎
    Mi è piaciuto il suo umorismo, è stato svelto 😀
  • Le chicche nelle tournée
    - Ciao, mi piacciono i piedi, voglio fare SOLTANTO la seduta di fetish adorando gli arti POSTERIORI (😱😱😱). Quanto costa la sessione?
    - Ciao, costa tot
    - È possibile raggiungere l'orgasmo col sesso?
    - 😳😭😂
  • Attenzione prego
    Very important
    Le mie mattinate sono dedicate alla persona importantissima per me. Cioè, a me medesima 😍. Per ciò, inizio le sessioni dall’orario del pranzo il poi. Per gli incontri mattutini gradirei essere avvisata un giorno prima.
  • Cazzeggiando
  • Le chicche nelle tournée
    - Buongiorno, sei Mistress Jolly?
    - Buongiorno, si
    - Ti trovi a Messina?
    - Esatto
    - Messina sud o Messina nord?
    - Aspetta un'attimo che prendo la bussola per verificare 😉
  • Le chicche nelle tournée
    - Ciao, sei Mistress?
    - Ciao, si.
    - Ma ce l'hai un paio di manette? 🤔
    - 😳😂😇
  • Cazzeggiando
  • Le chicche nelle tournée
    - Ciao, quanto prendi? 🤑
    - Ciao, chi sei e da dove mi chiami?
    - Dal mio cellulare 👍
    - Hai visitato il mio sito personale?
    - No, quale è? 😳
    - Hai capito almeno di cosa si tratta?
    - No 🤔
    - E allora perché mi chiami? 😉
    - Ma tu chi sei?
  • Le chicche nelle tournée
    Ciao piccolina 😍
    - 😳 Buongiorno, mi sa che non hai capito bene il senso dell'annuncio.
    - Certo che ho capito 😃
    - Bene, posso sapere cosa hai capito?
    - Che sei trans! 😘
  • Cazzeggiando
  • Siamo pronti
    Le chicche nelle tournée
    - Pronto, pronto 📞.
    - Sono pronta anche io, dimmi 😉
    - La sessione?
    - Cosa voi sapere?
    - La sessione 🤓
    Io, tra me e me: "Jolly, hai un millesimo di secondo (xke c'e' un'altra chiamata in linea) per rispondere alla domanda (forse era un'affermazione?) nella maniera cortese"
    - La sessione? E andata bene, grazie 😀😀😀
  • Serietà
    Le chicche nelle tournée
    -Ciao, finalmente un'annuncio serio 👍
    -Ciao, dove hai trovato l'inserzione?
    -Non me la ricordo 😳
    -Hai capito il senso del messaggio?
    -No 🤔. E per questo che ti chiamo.